Pauroso schianto a Lentate tra furgone e apecar: morto un uomo

I soccorsi hanno trasferito in ospedale a Desio in codice rosso un uomo in arresto cardiaco dove è morto poco dopo

L'incidente (B&V Photographers)

Incidente a Lentate sul Seveso

Prima lo schianto, violentissimo, tra un furgone e un apecar e poi i due mezzi che, come schegge impazzite, hanno perso il controllo e sono finiti fuori strada, in un campo. Nel drammatico incidente stradale avvenuto nel pomeriggio di giovedì a Lentate sul Seveso, in via Bizzozzero, ha perso la vita un uomo. Qui, poco dopo le 14, i sanitari del 118, accorsi con due ambulanze in codice rosso, hanno soccorso un uomo in arresto cardiaco all'interno dell'apecar ribaltata dopo l'impatto. 

Incidente tra furgone e apecar, gravissimo un uomo

Mentre il conducente del furgone è uscito quasi illeso dallo schianto, ad avere la peggio è stato l'uomo alla guida del secondo mezzo, un 45enne residente a Giussano, V.G., che è stato trasferito in codice rosso, in arresto cardiaco, all'ospedale di Desio. Le sue condizioni sono apparse fin da subito molto critiche e l'uomo è morto nel nosocomio brianzolo poco dopo. Sul posto per effettuare i rilievi e ricostruire l'esatta dinamica del sinistro sono intervenuti gli agenti della polizia stradale di Lentate sul Seveso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Al San Gerardo 20 ventilatori polmonari grazie alla donazione della famiglia Fumagalli

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

Torna su
MonzaToday è in caricamento