Drammatico schianto a Monza, morto Liam Thomas: aveva tredici giorni

Ancora ricoverati in prognosi riservata i genitori di 20 e 19 anni. La polizia locale di Monza è al lavoro per ricostruire la dinamica dell'incidente

Lo schianto (Foto Daniele Bennati/MonzaToday)

La Fiat Punto blu deformata dallo schianto e ormai irriconoscibile e tra le lamiere, incastrato tra il sedile posteriore e quello anteriore, sul lato passeggero, l'ovetto senza nessun neonato all'interno. Poi lo spettacolo più triste: disteso, sotto le coperte e alcuni vestiti, sul sedile di dietro il corpo del piccolo Liam Thomas, di tredici giorni di vita. E' stata questa la drammatica scena che si sono trovati di fronte gli agenti della polizia locale e i soccorritori domenica mattina, quando sono intervenuti in viale Fermi.

Nel tragico schianto ha perso la vita il piccolo neonato, nato a Milano il 30 ottobre scorso. Per cause ancora al vaglio della polizia locale del capoluogo brianzolo la Fiat Punto, su cui la coppia insieme al bambino viaggiava, poco prima delle 10, ha perso il controllo e si è schiantata contro il guard rail lungo viale Enrico Fermi a Monza, all'imbocco del tunnel situato lungo il tratto che da Sesto San Giovanni conduce verso lo stadio e poi a Concorezzo. 

Guarda il video

video-19

A chiamare i soccorsi subito dopo il tragico impatto sono stati alcuni cittadini di passaggio che hanno assistito alla scena. Gli agenti della polizia locale di Monza, i primi ad arrivare in viale Fermi, hanno chiesto l'ausilio dei vigili del fuoco e del 118 che è arrivato sul luogo del sinistro con tre ambulanze e tre automediche a sirene spiegate. I pompieri hanno liberato dalla morsa delle lamiere contorte dell'autovettura distrutta il padre del bambino, 20 anni, residente a Novate Milanese e la giovanissima madre, 19enne, di Bussero, entrambi di origini sudamericane. I due sono stati accompagnati al Niguarda e al Policlinico di Milano dovve sono ancora ricoverati in prognosi riservata. 

Il neonato invece, Liam Thomas, di appena tredici giorni, è stato soccorso e trasferito in gravissime condizioni all'ospedale San Gerardo di Monza dove, nonostante i disperati tentivi dei medici di salvargli la vita, è morto poco dopo. Lunedì mattina, a Monza, la nonna si è recata insieme agli agenti della polizia locale alla camera mortuaria per effettuare il riconoscimento del corpo. 

Intanto il personale del comando di via Marsala, guidato dal comandante Gerardo Esposito, è al lavoro per ricostruire l'esatta dinamica del drammatico incidente e capire che cosa è accaduto in viale Fermi pochi istanti prima dell'impatto. Ancora non è noto che cosa abbia determinato la perdita di controllo del veicolo che è finito contro la barriera all'ingresso del tunnel che conduce verso viale Stucchi. Gli agenti hanno raccolto la testimonianza di alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena nella speranza che possano fornire alcuni dettagli utili. 

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Casa piccola? Gli errori da non fare quando la si arreda

  • Mankai, il superfood che vuole sostituire la carne

I più letti della settimana

  • Malore mentre fa il bagno nell'Adda, 42enne muore dopo essere stato soccorso in acqua

  • Evade ma l'auto va in panne sotto il temporale, soccorso dai carabinieri e arrestato

  • Incidente in tangenziale Est a Carugate, auto finiscono fuori strada e una si ribalta: due feriti

  • Ladri si lanciano dal balcone per sfuggire ai carabinieri, 31enne resta a terra: arrestato

  • Lite in piazza davanti a dieci persone, arrivano i carabinieri: arrestati due fratelli

  • Perde il controllo della moto in Valassina e cade sulla rampa a Monza: soccorso 73enne

Torna su
MonzaToday è in caricamento