sabato, 30 agosto 21℃

"Carate Nostra": le accuse ad Altobelli e agli altri arrestati

Maurizio Altobelli è in carcere, Licata a Opera (già detenuto), gli altri agli arresti domiciliari. Per gli investigatori un "comitato d'affari" tra politici e imprenditori

Redazione 12 luglio 2012

CARATE BRIANZA - L'indagine che - tra gli altri - ha coinvolto il consigliere comunale di Carate Brianza Maurizio Altobelli ha fatto emergere "comitati d'affari" tra imprenditori e operatori dell'immobiliare: questa la valutazione degli investigatori che hanno condotto l'indagine, denominata "Carate nostra".

Secondo le indagini, inoltre, Paolo Vivacqua, l'imprenditore ucciso a Desio nel novembre 2011, esercitava "di fatto attività commerciali nel recupero di materiali ferrosi e gestiva tramite prestanome diverse società", soprattutto nell'immobiliare.

Annuncio promozionale

Maurizio Altobelli (consigliere comunale del Pdl di Carate) è in carcere a Monza. Caruso Calogero Licata era già agli arresti a Opera per un'altra vicenda, l'operazione "Precious scraps" su un'associazione a delinquere che aveva emesso fatture per operazioni inesistenti per 200 milioni di euro nel settore dei metalli non ferrosi. Gli altri sono agli arresti domiciliari.

Maurizio Altobelli
Carate Brianza
corruzione

Commenti