Scarsa pulizia, pochi wc e docce: è “allarme” per i campi profughi

L'Asl, su richiesta del consiglio regionale, ha ispezionato i quattro campi profughi in Brianza. A Monza si registra "uno scarso grado di pulizia". A Limbiate, invece, mancano tre bagni e due docce. I dati completi

Il centro profughi di Agrate - Foto Massimiliano Romeo

Di perfetto, secondo le norme, non ce n’è neanche uno. Qualcuno se la cava meglio, qualcun altro peggio, e qualcun altro ancora è sul limite tra il legale e “l’illegale”. 

Non è propriamente una situazione idilliaca quella dei quattro centri profughi di Monza e Brianza. Dopo i problemi di sovraffollamento, denunciati più volte e a gran voce dalla Lega Nord lombarda, ora arrivano le pecche sanitarie, rilevate dall’Asl in un’ispezione del quattro settembre scorso. 

La maglia nera, senza dubbio, va al centro di Monza, di proprietà del Comune e gestito dal consorzio comunità Brianza. Nella struttura del capoluogo, scrive l’Azienda sanitaria locale, si rileva uno “scarso grado di pulizia della pavimentazione in materiale plastico delle relative tende, specificando che la suddetta pavimentazione risulta a filo terreno”. 

Se Monza “piange”, Agrate, Carate e Limbiate di certo non ridono. Negli altri campi, infatti, non mancano alcune lacune, come tracce di umidità, oppure la necessità di tinteggiare le pareti, o ancora fili dei ventilatori non canalizzati. 

Quello “messo peggio”, sembra il campo di Limbiate, dove mancano tre wc e due docce rispetto alle otto previste. 

In una prossima relazione, sempre su richiesta del consiglio regionale, l’Asl stabilità se i campi profughi di Monza e Brianza sono o meno sovraffollati. Lunedì, a dare i numeri è stata Simona Bordonali, assessore regionale alla sicurezza e all’immigrazione, che ha parlato di “314 richiedenti asilo ospitati”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Toccherà all’Asl, adesso, dire se sono troppi o no. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

Torna su
MonzaToday è in caricamento