Si buttano nel fiume e rischiano di morire: ladri salvati dai carabinieri

Uno dei due si è fratturato una gamba, l’altro ha rischiato di morire per assideramento. Sono stati arrestati per ricettazione e resistenza. I dettagli

In manette due persone - Foto repertorio

Per scappare erano pronti a tutto. Senza minimamente preoccuparsi delle conseguenze delle loro azioni. Così, prima hanno costretto i carabinieri ad inseguirli per quasi quattro chilometri tra Carate e Giussano. Poi, non contenti, hanno obbligato gli stessi militari a mettere a rischio la loro incolumità per portarli in salvo. 

Notte di follia, quella tra mercoledì e giovedì, di due ventenni italiani, protagonisti di una rocambolesca fuga dai carabinieri finita malissimo per entrambi. La pazza corsa dei due, che si trovavano a bordo di una Peugeot 206 insieme ad altri due coetanei, è iniziata in viale Brianza a Carate, dove l’auto dei ladri non si è fermata all’alt dei carabinieri. 

Da lì è nato un inseguimento tra la Peugeot e la voltante dei carabinieri, finito soltanto in via dei Mulini a Giussano. Ormai braccati, i due arrestati sono scesi dalla macchina e nel tentativo disperato di scappare si sono lanciati nelle acque del Lambro. 

Uno dei si è fratturato una gamba, mentre l’altro ha rischiato di morire assiderato. A salvarli sono stati proprio i militari che stavano dando loro la caccia. Dopo averli ripescati dall’acqua, i carabinieri hanno dato loro del tè caldo e una coperta per cercare di farli riprendere dallo choc. Il ragazzo ferito è stato poi trasportato all’ospedale di Desio dove è stato operato e ricoverato con una prognosi di venti giorni. 

I due, uno dei quali è incensurato, sono stati arrestati con le accuse di ricettazione in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Gli altri due ragazzi che erano a bordo dell’auto, anche loro fuggiti, sono stati rintracciati poco dopo. I due non sono stati né fermati, né denunciati perché risultati totalmente estranei ai fatti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A “giustificare” la follia degli arrestati, secondo quanto appreso dai carabinieri, il fatto che i quattro viaggiassero a bordo della Peugeot, risultata rubata a Bellaggio il 27 novembre scorso. 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • Verano Brianza, Sofia uccisa a 25 anni da ubriaco mentre attraversa la strada

  • Cesano Maderno, uomo investito mentre attraversa la strada: è gravissimo

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Incidente ad Agrate, schianto tra due auto in via Archimede: morta pensionata di Brugherio

  • Incidente stradale a Verano Brianza, travolge e uccide ragazza di 25 anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento