Ladri in fuga dai carabinieri scavalcano un muro e finiscono nella villa di Silvio Berlusconi

I ladri si sono ritrovati nella villa brianzola dell'ex premier, che era in casa con la Pascale

Berlusconi e la Pascale erano all'interno della villa

Con i carabinieri sulle loro tracce hanno pensato bene di scavalcare il primo muro che si sono trovati davanti. Quindi, hanno atteso qualche minuto sperando di veder scomparire i lampeggianti, e alla fine hanno fatto il percorso inverso, riuscendo a scappare. Peccato per loro, però, che una scia del loro passaggio è rimasta eccome, perché quel muro che avevano scavalcato li aveva portati dritti dritti a casa di Silvio Berlusconi. 

Singolare disavventura per l'ex premier di Forza Italia, che nei giorni scorsi ha ricevuto la visita, decisamente inaspettata, di una banda di ladri che si è "rifugiata" nella sua tenuta di Casatenovo, nella Brianza lecchese, per sfuggire ai militari. 

I malviventi, spiega Daniele De Salvo su Il Giorno, avevano appena svaligiato un appartamento nella frazione di Rogoredo e nella fuga erano stati intercettati da una pattuglia dei carabinieri. A quel punto, per guadagnarsi una via di scampo, i ladri si sono introdotti nella villa - oltre mille metri quadrati - che Berlusconi ha appena ristrutturato e regalato alla fidanzata Francesca Pascale. 

L'ex premier e la compagna, che erano all'interno, non si sono neanche accorti dell'intrusione, ma il sistema d'allarme ha rivelato la presenza della banda e ha immediatamente allertato i vigilantes e i militari di Merate. 

Gli stessi militari assicurano che l'obiettivo dei ladri, per ora fuggiti, non era assolutamente la proprietà di Berlusconi. Proprio dalle immagini dei sistemi di sicurezza della villa potrebbe adesso arrivare una mano decisiva per le indagini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento