menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Arcore, la donna travolta dal treno é Carmen Spinella

Ex assessore alle Politiche Sociali del comune di Lesmo, moglie di Lucio Malagò, ex sindaco e ora presidente della Lega Lombardo Veneta. E' stata travolta dal treno proveniente da Tirano nel pomeriggio di martedì. Prende corpo l'ipotesi del suicidio, ma le indagini sono ancora in corso

Carmen Spinella (fonte: dalla rete)

ARCORE – Ciuffo di capelli grigi portati con orgoglio, sorriso smagliante, abiti alla moda e dai colori sgargianti. Non sembra davvero possibile che una donna così possa essersi tolta la vita buttandosi sotto un treno in via Francesco d’Assisi, ad Arcore.

Però, un fatto è certo: è Carmen Spinella la donna travolta da un treno in corsa martedì 18 settembre ad Arcore. A confermarlo sono stati gli agenti della Polfer di Arcore. Per il momento, ogni ipotesi investigativa resta aperta: la morte della donna di 58 anni potrebbe essere stata provocata da un tragico incidente. Ma secondo gli inquirenti l’ipotesi di un suicidio sta prendendo sempre più corpo.

SUI BINARI - Secondo una prima ricostruzione, sembra che la donna si trovasse sui binari quando il diretto che l’ha uccisa è arrivato a tutta velocità. Il macchinista l’ha vista all’ultimo minuto e non ha fatto in tempo a fermarsi. Colpita in pieno, la donna sarebbe morta sul colpo e poi il suo corpo è stato trascinato per alcune centinaia di metri, fino a quando il convoglio è riuscito ad arrestarsi. Ogni tentativo di prestare soccorso alla 58enne si sono rivelati inutili: quando i medici sono arrivati, era già morta.

UNA VITA IN POLITICA - Da sempre residente a Lesmo «pasionaria» della Lega Nord, dal 1993 al 2002 aveva ricoperto l’incarico di assessore ai Servizi sociali. Nel mondo della politica aveva anche incontrato l’amore: Lucio Malagò, ex sindaco di Lesmo, anche lui leghista di ferro. Poi, tutti e due erano scesi dal Carroccio, e avevano abbracciato la Lega Lombardo Veneta: secondo loro il «federalismo autentico». Anche in questo nuovo movimento, entrambi avevano fatto carriera: lui era il vicepresidente mentre lei era la responsabile della commissione elettorale.

Potrebbe interessarti

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Carl
    Carl

    28 settembre? Forse agosto? o

    • Avatar anonimo di Redazione Monza Today
      Redazione Monza Today

      La data esatta è "martedì 18 settembre". Grazie per la segnalazione, cordialmente, la redazione

Più letti della settimana

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla statale, si schiantano in moto con un'auto: morto un ragazzo

  • Cronaca

    Tragedia in ditta, rastrelliera cede e colpisce alla testa un operaio: morto un 28enne

  • Cronaca

    Viale delle Industrie, test per il controllo della velocità: ma per ora niente multe

  • Cronaca

    Brugherio, ragazzina picchiata in famiglia e soccorsa a scuola

Torna su