Follia a Lissone, l'auto non parte e lui la prende a picconate

Un uomo di 34 anni con problemi psichici ha distrutto la propria auto a colpi di piccone lunedì pomeriggio: "Non partiva"

L'auto ridotta così dal suo proprietario

Non è l'ultimo modello uscito sul mercato di Fiat 500 dal design innovativo e anticonvenzionale ma si tratta di pura follia.

A ridurre così la propria auto è stato un uomo di 34 anni a Lissone lunedì pomeriggio. 

I fatti sono avvenuti in via Ferrucci dove il mezzo era parcheggiato: il ragazzo ha provato a mettere in moto la macchina ma questa non partiva così ha deciso di usare le maniere forti.

Il 34enne ha impugnato un piccone e di fronte all'incredulità dei passanti ha iniziato a colpire con violenza la macchina fino inciderla con i colpi su tutta la carrozzeria.

Della Fiat 500 bianca resta solo la forma: il cofano è stato completamente sfondato, i finestrini posteriori ridotti in frantumi, le maniglie delle portiere fatte saltare così come gli specchietti retrovisori.

Per fermare la furia dell'uomo è stato necessario l'intervento dei carabinieri che hanno provato a placare il raptus distruttivo del 34enne che soffre di problemi psichici.

Così al costo dell'elettrauto per far ripartire la macchina dovrà aggiungere quello del carrozziere per riportare il mezzo ormai simile a una groviera di metallo alla sua forma originaria.