Pesta a sangue la sorella, cerca di ucciderla con una bicicletta

Arrestato un 26enne italiano di origine russa

Sul posto i carabinieri

Un italiano d'adozione di origine russa 26enne pregiudicato è stato arrestato dai carabinieri di Carugate nei giorni scorsi dopo aver reso la vita della sorella 29enne un vero e proprio inferno.

Secondo quanto riportato dai militari, l'uomo da tempo vessava la parente: la continuava a minacciare di morte, e le aveva anche puntato un taglierino alla gola.  

L'ultimo episodio l'altro giorno: ha cercato di ferirla mortalmente scagliandole con forza addosso una bicicletta, complice l'alcol. E ancora insulti, sputi, manate.

La donna, così, stanca dell'ennesima aggressione, ha cercato l'aiuto dei carabinieri che sono intervenuti immediatamente. Prima aveva sempre cercato di non denunciarlo nonostante i suoi comportamenti. La ragazza era barricata in casa mentre il fratello, fuori di sè, l'aspettava fuori armeggiando con la bicicletta.

I militari l'hanno arrestato e portato in carcere a San Vittore. Ora dovrà rispondere di maltrattamenti reiterati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento