La crisi avanza, e la CGIL misura la pressione alla piazza

La crisi incalza, e la pressione aumenta. La CGIL lo sa, e ha deciso di misurarla ironicamente a 93 persone che hanno partecipato al presidio di questa mattina

Il segretario provinciale della CGIl Maurizio Laini

MONZA - La crisi incalza, e la pressione aumenta. La CGIL  lo sa, e ha deciso di misurarla ironicamente a 93 persone che hanno partecipato al presidio di questa mattina. Quarantotto uomini e quarantacinque donne hanno porto il braccio. Tanti over 50, tra i più colpiti dalla durezza della recessione: ben 50, che hanno contribuito ad alzare la rilevazione media. La "massima" registrata da due infermieri professionali in questa fascia d'età è stata infatti di 139,50, contro un dato medio di 132,94. Dopo un rapido conciliabolo con alcuni esperti veri e molti presunti, la CGIL ha concluso che "la pressione arteriosa sui lavoratori e pensionati della Brianza è a livelli piuttosto alti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è un serpente nel mio giardino": chiama l'Enpa ma i volontari lo trovano morto con ferita in testa

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • Coronavirus, altri 42 contagi in Brianza: 462 nuovi positivi in Lombardia e 54 morti

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

  • Forti temporali e maltempo, allerta "arancione" a Monza e Brianza

  • Il bando per arruolare 60mila assistenti civici: saranno i 'controllori' (volontari) della Fase 2

Torna su
MonzaToday è in caricamento