Harlan, 2.000 persone al corteo animalista di Correzzana

Nel pomeriggio di sabato la manifestazione organizzata da Freccia 45 e dal coordinamento "Fermare Green Hill" per protestare contro la multinazionale che alleva macachi dadestinare alla sperimentazione

Attivisti al corteo anti-Harlan a Correzzana (GeaPress)

CORREZZANA – Più di 2.000 animalisti hanno partecipato ieri pomeriggio al corteo di protesta contro la Harlan: multinazionale americana che nel febbraio scorso aveva importato 104 macachi dalla Cina depositandoli nel magazzino di Correzzana per sottoporli a esperimenti di vivisezione. Alla manifestazioni sono giunti militanti da tutta l’Italia. L’iniziativa è stata organizzata da «Coordinamento Fermare Green Hill» e «Freccia 45». Erano presenti anche numerosi militanti di «100% animalisti». Un lungo corteo di manifestanti ha attraversato Lesmo e Correzzana fino a darsi appuntamento davanti ai cancelli dell’azienda, che non ha risposto agli appelli degli animalisti di liberare i macachi prigionieri.  Qualche momento di tensione all’inizio tra i militanti dei centri sociali e  100% animalisti, movimento accusato di simpatie di ultradestra. (M.Mo.)

L'INCHIESTA - LE MILLE DIVISIONI DEGLI ANIMALISTI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sopra il cielo di Monza, la magia della stella cometa Neowise

  • "Rave party" in strada a Monza: nel caos, un uomo viene aggredito brutalmente e rapinato

  • Paura a Vimercate, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Schianto frontale sulla statale: drammatico il bilancio, morti due giovani di 28 anni

  • Cammina seminudo in strada, 36enne arrestato a Giussano: era già stato espulso

  • Non compila autocertificazione, infermiera non entra in piscina: "Io discriminata"

Torna su
MonzaToday è in caricamento