Terreni, case, e fondi bancari per oltre 1,5 milioni: il sequestro della Dia contro Bernini

Bernini è stato recentemente condannato dal Tribunale di Bologna a 16 anni di reclusione

Foto archivio

Undici immobili, tra fabbricati e terreni, tre automezzi, oltre a diversi rapporti bancari, per un valore complessivo di oltre 1,5 milioni di euro.

La Dia di Bologna, coadiuvata dalle articolazioni di Milano e di Brescia, ha eseguito un provvedimento di sequestro emesso dalla Sezione misure di prevenzione del tribunale di Milano, su proposta del direttore della Dia, Giuseppe Governale, nei confronti di Marco Bruno Bernini, 53enne agli arresti domiciliari, residente in provincia di Bergamo ma di fatto domiciliato in provincia di Monza-Brianza.

Sequestro dei beni di Marco Bruno Bernini

Recentemente condannato dal Tribunale di Bologna a 16 anni di reclusione nell’ambito della operazione “Double Game”. Bernini è stato riconosciuto a capo di un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale, via mare, di stupefacenti. 

Tra i vari episodi, significativo è quello del 2014 quando importò in Italia oltre tre tonnellate di hashish dal Marocco.

L’attività, svolta nelle province di Milano, Monza e Bergamo, come già anticipato, ha riguardato 11 immobili, tra fabbricati e terreni, 3 automezzi, oltre a diversi rapporti bancari, per un valore complessivo di oltre 1,5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Decathlon, a febbraio si abbassano le serrande del negozio di Vignate

  • Scende dall'auto per togliere il telo sul parabrezza ma resta incastrata con la testa nella portiera: soccorsa donna

  • Valassina, lavori di manutenzione nel tunnel di Monza: le chiusure tra il 16 e il 20 dicembre

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • Incidenti stradali, tre ragazzini investiti in ospedale in mezz'ora in Brianza

  • Auto rubate in un minuto nei parcheggi Atm, scoperto deposito a Misinto

Torna su
MonzaToday è in caricamento