Mezzago, il Bloom contro il parcheggio selvaggio: "Occhio alle multe"

I gestori dello storico locale brianzolo invitano i clienti a una maggiore attenzione, per evitare le soste vietate, i pericoli che ne derivano e le multe.

MEZZAGO - Vai al Bloom? "Parcheggia bene ed evita le multe". Questo il monito lanciato via Facebook dai gestori dello storico locale di Mezzago, stanchi della sosta selvaggia degli avventori nel parcheggio e nelle vie adiacenti, e dei richiami, lamentale - e insomma, tutto quanto connesso alle vetture abbandonate a casaccio.

In occasione degli importanti concerti e eventi ospitati dalla cooperativa, il paese è invaso da appassionati provenienti non solo dalla Brianza: un motivo di orgoglio e una tradizione che dura da oltre venticinque anni, minacciati però dalla mancanza di spazi per le auto che spesso vengono abbandonate nei posti più improbabili nei dintorni del locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui, il consiglio da parte di chi il Bloom lo conosce bene e vuole continuare a proporre iniziative qualità nel rispetto della comunità cittadina, che ha sempre sostenuto la cooperativa. A meno che non si intenda sostenere il comune di Mezzago a suon di multe.
 
"Mezzago non è Milano, è un paesino - spiegano sulla fan page i gestori - e il Bloom non è un centro commerciale con il mare di cemento attorno. Quindi vi suggeriamo di lasciare la macchina al grande parcheggio della Biblioteca Comunale, a 5 minuti di distanza (600 metri). Lasciare la macchina a bordo strada può essere pericoloso per gli altri e può essere a rischio di multa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non faceva male la fame ma quello che eravamo costretti a vedere": ecco che cosa è stato il Covid in corsia

  • Visite e tamponi post covid gratis in Lombardia: a Monza un solo nuovo caso

  • La vita da pascià dell'imprenditore "povero": 10 anni tra auto sportive di lusso, ville e soldi

  • Aggredita insieme al suo volpino da due pitbull lasciati liberi: portata via in codice giallo

  • Auto rubate smontate in pausa pranzo e rivendute in un demolitore di Monza: 10 arresti

  • Mascherine obbligatorie in Lombardia fino al 14 luglio: "Fa caldo, ma la indosso anche io"

Torna su
MonzaToday è in caricamento