Mezzago, picchiato in strada da una baby gang: le immagini finiscono in rete

Esiste un video che da giorni sta circolando sul web. Accertamenti in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Vimercate

Tre minuti di botte, calci, pugni e insulti. Tre lunghissimi minuti di violenza e inciviltà consumatasi tra ragazzini in una via residenziale di un comune brianzolo in pieno giorno ripresa, quasi fosse un cortometraggio capolavoro, da qualcuno che anzichè intervenire e fermare lo scempio ha ripreso tutto per postare, come un trofeo, il video in rete.

 GUARDA IL VIDEO

E' accaduto a Mezzago dove da qualche giorno sul gruppo cittadino e su alcuni profili di residenti indignati per l'accaduto sta circolando un video che immortala una baby gang di ragazzini, tutti apparentemente stranieri, che si accaniscono su un giovane coetaneo con violenza picchiandolo di fronte a un nutrito gruppetto di spettatori e spettatrici, tutti minorenni, che non muovono un dito e diventano parte della scenografia che scorre in secondo piano dietro le immagini. Anche loro complici nel silenzio.

Qualcuno che ha tentato di fermare quanto stava accadendo in strada però c'è stato ma l'inciviltà della baby gang non si è fermata nemmeno di fronte al buon senso di un pensionato che è accorso per mettere un freno alle botte. Quando l'uomo è intervenuto però, anche nei suoi confronti, sono state rivolte minacce e insulti tanto da constringerlo a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. 

Mentre il comune si divide tra chi si indigna per l'accaduto e chi punta il dito, i carabinieri stanno effettuando delle verifiche e vagliando le immagini riprese per far luce sull'accaduto. 

pestaggio mezzago-2

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Allora mettiamola così! Bravo il ragazzo che ha cercato di difendersi, e bravo altrettanto il signore che l'ha in qualche modo aiutato. La banda degli schifosi invece va punita. Facci sapere, caro ragazzo che si è difeso, chi sono e dove abitano (anche la zona basta), e poi ci pensiamo noi. Moltiplicheremo per X quello che hai subito; e stai tranquillo che non ti toccheranno più.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Madre e figlia morte in casa, la Procura chiede la scarcerazione di Paolo Villa

  • Economia

    Da Curno alla Brianza, Mediaworld chiude la sede centrale: trasferimento per 500 dipendenti

  • Cronaca

    Misterioso furto all'ospedale di Desio: dalle casse spariscono 3000 euro

  • Eventi

    Il Tomorrowland sbarca in Italia: al Parco di Monza lo storico festival di musica elettronica

I più letti della settimana

  • La passione per il pallone e la partita più difficile: il sorriso di Filippo si è spento

  • Morto Alessio Messina, lutto per la scomparsa del Presidente della Croce Rossa

  • Ecco il catalogo delle bici trovate sul tetto del capannone a Cinisello: come recuperarle

  • Si toglie la vita a 31 anni ma qualcosa non torna: si indaga sul suicidio di Claudio

  • Usa il lampeggiante della polizia per saltare la coda in auto: denunciato 34enne

  • Dramma a Muggiò, morta una donna di 84 anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento