domenica, 23 novembre 11℃

Comunicato stampa

Al CAM un incontro sullo stress ossidativo e l'invecchiamento

Comunicato -  
Avatar di monica
Inserito da monica 20 settembre 2012

Il CAM, Centro Analisi Monza, nell'ambito del progetto "Costruttori di salute" ha organizzato per mercoledì 26 settembre l'incontro "Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica". Il convegno, che si terrà dalle ore 19.45 alle 21.00 presso il nuovo auditorium del CAM di Viale Elvezia, verterà su una tematica particolarmente attuale: le strategie per tenere in autosufficienza e in buona salute una popolazione che invecchia sempre più, a fronte di un Sistema Sanitario Nazionale concepito per curare adulti con malattie acute, non "ex-adulti" affetti da patologie connesse all'aging.

Proprio il 2012 è l'anno europeo dell'"invecchiamento attivo", di cui si occupa la medicina antiaging, che si prefigge lo scopo di scoprire, prevenire, trattare e rallentare il declino dell'organismo umano. Le più recenti ricerche, condotte in ambiti medici differenti, concordano nell'individuarne la causa principale nello stress ossidativo e nel danno infiammatorio e funzionale. Per questo motivo il CAM ha deciso di organizzare un incontro dedicato a tale argomento, mettendo a confronto il Dr. Maurizio Biraghi, esperto di Medicina Integrata-Antiaging presso il CAM, il Dr. Ferruccio Cavanna, Responsabile Scientifico, Ricerca e Sviluppo presso il CAM, la Dr.ssa Maira Gironi, neurologa e consulente di ricerca presso il CAM e la Fondazione Don Gnocchi e il Dr. Alessandro Orlandini, specialista in Biochimica Clinica e Medicina Funzionale.

Ha dichiarato il Dr. Maurizio Biraghi: "Lo stress ossidativo è uno degli elementi fondamentali e più importanti dell'invecchiamento: passiamo la vita ossidandoci e, col tempo, il nostro composto cellulare si deteriora sempre più. Il nostro organismo produce delle tossine (i radicali liberi) che entro un certo limite riescono ad essere neutralizzate, oltre, invece, iniziano a diventare dannose. La loro produzione è legata non solo all'età, ma anche a fattori esterni quali lo stress, che può affrettare il processo di deterioramento generale. La medicina antiaging rivolge in modo particolare la sua attenzione alle sostanze antiossidanti, che possono essere di natura sia farmacologica, sia naturale, e studia le terapie con cui cercare di limitare lo stress ossidativo e, dunque, l'invecchiamento".

Ha dichiarato la Dr.ssa Maira Gironi: "Il cervello è uno degli organi maggiormente soggetto allo stress ossidativo, a causa dell'alto consumo di ossigeno e delle scarse risorse antiossidanti. Questo determina una maggiore facilità del danneggiamento delle cellule e, col tempo, dei circuiti neuronali, un danno biologico che è spesso concausa di molte malattie neurodegenerative tipiche degli anziani (demenza vascolare, Parkinson, SLA,…). Altrettanto importante nella genesi di queste malattie è il ruolo svolto dall'infiammazione. Spesso la reazione infiammatoria (locale o sistemica) è la reazione al danno indotto dallo stress ossidativo, in molte situazioni, però, è un potenziale amplificatore dello stesso. Questo spiega perché spesso una terapia antiossidante divenga anche una terapia immunomodulante e, viceversa, perché una terapia antinfiammatoria possa spesso incrementare indirettamente il potenziale antiossidante. Indagare il fenomeno dello stress ossidativo correlato all'invecchiamento è dunque oggi fondamentale, soprattutto nell'ottica di uno studio di terapie che possa portare a potenziare le difese ossidanti nelle fasi precedenti al manifestarsi dei sintomi clinici".

Per partecipare all'incontro, aperto a tutti e gratuito, è necessario segnalare la propria presenza

alla Segreteria Organizzativa telefonando allo 039.2397.275 o mandando una mail all'indirizzo paolaferraro@cam-monza.com

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

San Gerardo