Eddy, cane sfigurato a tre mesi perchè abbaiava: è stato adottato a Monza

I padroni avevano accettato di firmare per l'eutanasia, ma l'ostinazione dei veterinari di una clinica barese l'ha salvato. Adesso sarà una famiglia monzese a dargli amore

Una foto di Eddy adesso, dopo gli interventi

Le ferite si stanno rimarginando, ma quello che forse nessuno potrà restituirgli è la fiducia nell'uomo. Eddy oggi sta bene, ma porta ancora addosso i segni della violenza. Ci proverà una famiglia di Monza, a farlo scodinzolare di nuovo: la più seria, la più amorevole, quella che l'ha spuntata sulle tante richieste di adozione pervenute.

La storia di Eddy, cucciolo di pastore tedesco, è di quelle che fanno venire i brividi, forse troppo brutta anche per ciò che siamo abituati a sentire dai tg. Una notte di settembre riposava nella sua gabbia, quando uno sconosciuto si è avvicinato al garage in cui sonnecchiava. Lui voleva solo  annusarlo, ma l'uomo gli ha spruzzato addosso il veleno.

Acido muriatico. Potentissimo, corrosivo.  Eddy era in fin di vita, le sue condizioni erano disperate. I padroni avevano già  firmato per l'eutanasia «Aveva delle necrosi ai tessuti della faccia, all'orecchio e agli occhi - racconta a monza Today il dottor Gianfranco Pastorelli, direttore della clinica veterinaria Santa Fara di Bari -  ma abbiamo deciso di provare comunque a salvarlo». Il tempo ha dato loro ragione.  Eddy  è stato operato tante volte. Negli interventi gli è stato ricostruito il musetto di cucciolo: e dopo qualche mese è stato addirittura  possibile allargargli le cicatrici. «Adesso Eddy ci vede» . Un vero miracolo.



Qui comincia la parte bella della storia. Il tam tam si è diffuso via Facebook. Decine di persone hanno seguito le tappe della guarigione di questo cucciolo  con cui in tre mesi la vita è riuscita ad essere così crudele. Tantissimi si sono offerti di dare una mano.  "La famiglia che lo possedeva una settimana dopo aveva già comprato un altro cane - continua il dottor Pastorelli - Non avevano intenzione di sobbarcarsi le cure: così lo abbiamo curato noi gratis. Da quel momento è diventato nostro e una volta tornato in condizione, abbiamo dovuto solo scegliere tra le tante richieste di adozione arrivate. Assieme alla onlus Legalo al cuore abbiamo selezionato una famiglia di Monza, che ci ha dato le garanzie che cercavamo. Ovviamente, ci siamo informati bene e tramite loro abbiamo verificato che i dati forniti corrispondessero alla realtà. Ma siamo ragionevolmente sicuri che le cose andranno bene».

Resta sul piatto una domanda: perché? Cosa può spingere un uomo a compiere un atto del genere nei confronti di un cane di pochi mesi? «E' difficile rispondere, nella mia esperienza trentennale non ho mai incontrato un caso simile - riprende Pastorelli.  Può essere stata una vendetta nei confronti del padrone, oppure una sorta di 'punizione' perché abbaiava, ma sono solo ipotesi". E comunque, poco importa.  Oggi Eddy sta bene. Sul sito della clinica Santa Fara, che si è sobbarcata in toto i costi degli interventi chirurgici e delle cure, c'è già il post dei nuovi genitori che lo stanno aspettando. «Eddy già ci manchi tanto, un bacio a 4 zampe anche dalla tua sorellina MAIA (pastorina tedesca)... e dai tanti cuginetti!!!! guarda che sono davvero tanti.... ora un saluto a tutti e grazie di cuore a tutti!!!! ciao Amore!!!!».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura al mercato di Macherio, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Auto si ribalta in Valassina, soccorsi tre ragazzi: l'incidente nella notte a Carate Brianza

  • Litiga con la fidanzata poi cerca di farla finita: 37enne salvato a Monza

  • Sgomma con l'Audi presa a noleggio in piazza e investe un uomo: incidente a Monza

  • Schianto frontale allo svincolo della Valassina a Verano Brianza: soccorsi diversi bambini

  • Omicidio a Cernusco, uomo ucciso nei box del condominio: freddato in auto a colpi di pistola

Torna su
MonzaToday è in caricamento