Tre mesi senza stipendio: lo sciopero degli educatori maltrattati

Niente pause, stipendi bassi eche non arrivano nei mesi estivi o se l'attività didattica è sospesa: "Siamo alla soglia di povertà"

La protesta degli educatori in via San Gerardo (©AP/Monza Today)

MONZA - Lavorano senza contratto da quasi un anno; sono pagati a cottimo solo per le ore fatte; quando l'alunno disabile è assente   o la didattica è  sospesa per qualunque motivo - dalla neve alle elezioni - , il Comune non paga; non sono pagati nemmeno nei tre mesi estivi. Sono gli educatori  e le educatrici che seguono i minori con gravi difficoltà psichiche e lavorano con i  Comuni rappresentati dal CoDeBri (Consorzio Desio Brianza). Venerdì mattina hanno scioerato con un presidio in via San Gerardo dei Tintori di fronte alla sede del Consorzio Comunità Brianza.

"Abbiamo cercato un dialogo  - spiegano - con i Comuni e con le cooperative del Consorzio che gestiscono gli appalti (Meta, Tre Effe, Sociale della Brianza, ndr), ma senza esito". La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la richiesta di tagliarsi lo stipendio del 38%.

"Non abbiamo rimborsi spese per gli spostamenti - accusano ancora gli  aderenti alla CUB, siamo pagati 6/7 euro l'ora senza buoni pasto e non ci è riconosciuta una pausa durante l'orario di lavoro: la gestione dei servizi pubblici con appalti al ribasso danneggia la qualità del servizio aumentando la condizione di disagio e malessere di bambini, famiglie, anziani, disabili e lavoratori".  Le richieste? Trattamento economico dignitoso, rispetto del contratto di lavoro e stipendio anche nei tre mesi estivi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Bimba di 10 anni di Villasanta muore in un incidente mentre è in vacanza con i genitori in Tunisia

  • Guida una moto senza patente, revisione né assicurazione, multa da oltre 6mila euro

  • Autovelox in Lombardia, dove sono i controlli della velocità dal 9 al 15 settembre: le strade

  • Grave incidente a Monza di ritorno dopo motoraduno, l'appello: "Aiutateci a trovare il nostro angelo custode"

  • Niente più code per la scelta del medico di base e per le esenzioni: ecco il numero per le prenotazioni

Torna su
MonzaToday è in caricamento