lunedì, 01 settembre 15℃

Sfreccia sulla A7 come in pista: 10 punti in meno per monzese

Centauro brianzolo "beccato" dagli agenti delle Stradale di Genova mentre si esibiva in pericolosi sorpassi a destra sull'autostrada ligure. La moglie era sul sellino posteriore

Antonio Piemontese 17 luglio 2012

MONZA  -  Sfrecciava sulla A7 Genova Milano in sella alla sua potente moto, la moglie sul sellino e tanta voglia di sentirsi in pista. E' costato caro  - relativamente, visti i rischi - il pomeriggio di velocità a un monzese in trasferta in Liguria. Nel tratto dei Giovi, il bolide a due ruote avanzava a folle velocità nel traffico intenso, esibendosi in pericolosi sorpassi a destra per evitare la coda. Un comportamento che non è sfuggito agli agenti della Polizia stradale del capoluogo ligure, che domenica lo hanno intercettato e scortato in un'area di servizio.  Risultato: 10 punti in meno sulla patente, fermo amministrativo della moto per tre mesi e  275 euro di multa per sorpassi a destra, velocità  pericolosa e targa illeggibile e mal posizionata. Il brianzolo, infatti,  aveva alzato la targa sistemandola in orizzontale per evitare di essere ripreso dalle telecamere dell'autovelox, escamotage usato spesso dai motociclisti in vena di scorribande. Sfortunatamente, nel tratto in questione è attivo il sistema Tutor, con telecamere posizionate in alto: la targa quindi, paradossalmente è risultata ancora più leggibile.

Annuncio promozionale

MORTI IN AUMENTO - In Italia, fanno notare gli agenti della Stradale, da qualche tempo si registra una flessione delle morti per incidente stradale: il calo è vicino al 50% rispetto ai dati di 10 anni fa. Un'inversione di tendenza  che però non vale per la sezione "due ruote": gli incidenti mortali per i motociclisti infatti sono addirittura aumentati.

"SICURAMENTE IN MOTO" - I CONSIGLI DELLA STRADALE

incidenti stradali
moto
multe

Commenti