martedì, 29 luglio 14℃

Calcioscommesse: arrestato il brianzolo Stefano Mauri

Il capitano della Lazio è stato fermato questa mattina all'alba dagli uomini dell'Arma. Al centro delle indagini ci sono le presunte combine di partite nel campionato scorso. La carriere del centrocampista brianzolo con il vizio del gol

Redazione 28 maggio 2012

LESMO - E' brianzolo, ed ha il vizio del gol. Forse non solo quello. Stefano Mauri  è stato arrestato all'alba nell'ambito dell'inchiesta sul calcio scommesse della Procura di Cremona. Trentadue anni, da sette alla Lazio, è stato fermato per le presunte combine nelle partite Lazio-Genoa e Lecce-Lazio  nella stagione 20010-2011. La carriera di Mauri inizia in Brianza nella Casati Arcore, per poi passare al Monza, al Brugherio e quindi al Meda. La serie A arriva nel 2001 col Modena, seguita dal Brescia e dall'Udinese. Nella sua carriera, dopo l'esordio avvenuto nel 2004, ci sono anche 6 presenze in Nazionale tra Lippi e Donadoni.

Annuncio promozionale

LAZIO - Mauri arriva alla Lazio nella stagione 2005-2006 e risale le gerarchie interne allo spogliatoio fino a diventarne capitano. La stagione sotto la lente di ingrandimento è, come si diceva, quella 2010-2011, in cui il centrocampista si è espresso su buoni livelli, così come in quella appena terminata, in cui ha segnato la rete che ha dato alla Lazio la vittoria nel derby di ritorno. L'ultima rete l'ha segnata con una rovesciata spettacolare nel 3-1 contro il Napoli.

Stefano Mauri
Brugherio
arresti
calcio
sport

Commenti