Monossido killer: mercoledì l’autopsia sul corpo del dirigente di Misinto

Mercoledì mattina l'autopsia sul corpo dell'architetto

Una dose così massiccia di monossido di carbonio da risultate letale. E’ stata questa la causa della morte di Antonio Massaro, 54 anni, il dirigente dell’ufficio tecnico di Misinto morto nella sua villetta di via Pascoli a Cesano Maderno la sera dell’ultimo dell’anno.

A confermare la presenza di monossido di carbonio nei locali dell’abitazione sono stati i medici del 118. Anche i medici del Pronto Soccorso dell’Ospedale Niguarda di Milano hanno disposto il ricovero d’urgenza dell’intera famiglia (moglie 52enne e due figli di 18 e 14 anni) dopo aver riscontrato nel loro sangue la presenza di tracce di gas letale.

Mercoledì mattina sarà eseguita l’autopsia sul corpo della vittima: è possibile che la presenza massiccia di monossido di carbonio abbia acutizzato la presenza di patologie cardiache nel 54enne.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Auto in fiamme sulla Milano-Meda, vigili del fuoco a Bovisio Masciago

  • Incidenti stradali

    Incidente a Villasanta, ragazza investita sulle strisce: atterra l'elisoccorso

  • Cronaca

    Omicidio Bovisio Masciago, dietro la morte di Valeria Bufo forse il gioco d'azzardo

  • WeekEnd

    Cosa fare a Monza e dintorni per il weekend del ponte del Primo Maggio

I più letti della settimana

  • Blitz di carabinieri e finanza al raduno di appassionati di tuning: identificati in 300

  • Vede una foto della figlia con la gonna e la picchia fino a farle perdere i sensi: arrestato

  • Tragedia sulle strade della Brianza, cade dalla moto e muore: la vittima è un uomo monzese

  • Due incidenti in pochi istanti in Valassina, paura per una donna incinta

  • Incidente sul lavoro in azienda: operaio muore schiacciato da una pressa a Bellusco

  • Si ribalta con la 500 d'epoca, il figlio viene scaraventato sull'asfalto: illeso. Grave il padre

Torna su
MonzaToday è in caricamento