Riceve 15 multe dall'autovelox di viale Fulvio Testi: riesce a farle annullare tutte

Un cittadino ha vinto il ricorso contro il comune facendo cancellare tutte le contravvenzioni che aveva ricevuto per eccesso di velocità

Autovelox viale Fulvio Testi (foto di repertorio)

Quindici multe per eccesso di velocità per un totale di 2500 euro. Questo il bilancio delle infrazioni collezionate da un cittadino in un solo mese all'autovelox di viale Fulvio Testi. Ma l'uomo, assistito da Codacons, facendo ricorso al giudice di pace è riuscito a farsi annullare tutte le contravvenzioni.

Il fatto che il comune non si sia costituito ha determinato l'esito positivo dell'udienza e l'uomo ha visto cancellate tutte e quindici le multe che aveva ricevuto dal 15 dicembre a metà gennaio. Lo riferisce Elisabetta Andreis in un articolo del Corriere. Nel ricorso contro i diversi verbali - ciascuno di circa 200 euro - l'avvocato Marco Maria Donzelli dell’associazione dei consumatori ha evidenziato da un lato la lacunosità della segnaletica e dall'altro la poca visibilità dell'autovelox, puntando il dito anche contro il fatto che l'autovelox sia posizionato "proprio nel punto della strada dove il limite di velocità muta da 70 a 50 km/h, uno stratagemma utile al Comune per fare cassa".

Il legale di Codacons ha inoltre contestato anche il ritardo con cui le multe sono arrivate all'uomo, che le ha ricevute solo dopo due mesi dalla data delle presunte infrazioni: "Questa tempistica non ha consentito al cittadino, che percorre tutti i giorni quel tragitto due volte, per andare e tornare dal lavoro, di accorgersi per tempo e ravvedersi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al Comune, responsabile dell'installazione dell'apparecchio, vengono contestati anche altri due aspetti: la concessione di una percentuale degli incassi che va fino al 40% alla società che concede gratuitamente in locazione l'autovelox e il fatto che "se l’amministrazione non riesce a redigere e notificare le multe, affida questo servizio alla stessa società privata. Ma le multe possono essere redatte solo da agenti di polizia". Palazzo Marino però non essendo presente all'udienza non ha potuto controbattere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

Torna su
MonzaToday è in caricamento