I nuovi Musei Civici a Monza

Sabato 28 giugno è stato inaugurato il Museo Civico di Monza, riaperto dopo un lungo periodo di chiusura. Adesso il tempio della storia monzese potrà essere accessibile a tutta la cittadinanza

Una delle sale della Casa degli Umiliati

Ci sono voluti trent’anni ma alla fine il Museo Civico di Monza ha finalmente aperto le porte alla città.

Dopo tante false partenze, dopo anni di progetti rimasti parole, di cantieri avviati e mai terminati, di amministrazioni, da quella Colombo a quella Faglia, che hanno provato a consegnare a Monza il monumento della sua storia ma il corso degli eventi non ha permesso che ci riuscissero, sabato 28 giugno nella Casa degli Umiliati ha riaperto il tempio della storia monzese.

Nel museo trovano spazio 140 opere che sono arrivate qui da una selezione delle Raccolte Civiche insieme a diverse opere del Museo Storico dell’Arengario, una collezione destinata al Comune dal lascito Galbesi Segrè e una serie di tele dell’Ottocento monzese.

Il percorso museale parte dagli arbori della storia della città di Teodolinda e si apre proprio su uno spiraglio di storia medievale: dalle “storie di pietra” nel chiostro del palazzo si passa poi alle testimonianze archeologiche della città medievale. Al piano terra, con un salto cronologico che non disorienta ma arricchisce chi si immerge nelle sale della Casa degli Umiliati, trovano posto anche una serie di opere della Biennale Giovani, sezione che ha per sottotitolo “La tradizione del Futuro”.

Qui dalla materialità vissuta della pietra incisa si passa alla metafisica di un infinito tratteggiato nell’incrocio di due pneumatici che dal piano astratto e aritmetico riporta alla nuda materialità della realtà (vedi l’opera Infinito nella Gallery).

Le sezioni attraverso cui Monza si racconta continuano al primo piano con una galleria di ritratti, con il Mosè Bianchi affreschista e una serie di dipinti e sculture di artisti monzesi operanti nella seconda metà dell’Ottocento.

Particolarmente denso di stimoli culturali per la città di Monza è il Novecento grazie alle Biennali degli anni Venti e al Premio di Pittura Città di Monza che nel Museo Civico trovano spazio in tre diverse sezioni del percorso museale.

“Si è trattato di uno sforzo notevole interamente compiuto dall’amministrazione comunale” ha dichiarato il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti “ma finalmente avremo la possibilità di poter testimoniare la storia millenaria di Monza, da quella più antica a quella più recente”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per diversi metri dal palazzone abbandonato di Desio: 32enne gravissima

  • Il trucco a cui fare attenzione? Ha a che fare con una bottiglietta d’acqua

  • Controlli in un'officina a Muggiò, scoperto deposito di auto che "scottano"

  • Tragico incidente in moto: morto un uomo di 53 anni di Giussano

  • Maltempo a Monza, arrivano i temporali e scatta l'allerta: "Vento fino a 50km/h"

  • Motor Show a Monza, attesi 500mila visitatori: sfilate, test e novità del mondo dei motori

Torna su
MonzaToday è in caricamento