Nova Milanese, raffica di furti nelle scuole: l'allarme non scatta

I colpi messi a segno nei giorni scorsi nelle scuole del paese, tutti con un comune denominatore: i sistemi di sicurezza non hanno funzionato. Ingenti i danni. L'ira del dirigente scolastico Serboli

La segreteria della media Segantini

NOVA MILANESE – Tre furti in tre notti nelle scuole di Nova Milanese. Una raffica di razzie che ha fatto sbottare il dirigente didattico, Sandro Serboli: il preside ha chiesto al Comune di aumentare la sorveglianza e di potenziare gli impianti di allarme, che anche questa volta – come in  altri casi - non sono scattati, permettendo ai ladri di agire con comodo. I danni sono modesti, un migliaio di euro tra tutti e tre gli istituti.

TRE COLPI - Il primo colpo è stato messo a segno nella scuola d’infanzia «Arcobaleno»: danni alla macchinetta delle bibite e del caffè. La notte successiva, la razzia è toccata alla scuola elementare di via Grandi: scomparsi tv e materiale audio visivo. Ieri notte, l’ultimo colpo: alla scuola media «Segantini» sono scomparsi computer e supporti informatici.

DANNI - Quel che è peggio i ladri – forse insoddisfatti del modestissimo bottino – hanno messo in atto una rappresaglia sulle porte e i vetri della scuola, lasciandosi alle spale danni seri. E’ questo il conto più salato da pagare. In nessun caso, l’allarme – pur presente – è entrato in azione. Un dettaglio che ha fatto infuriare i dirigenti scolastici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento