Nova Milanese, cade nel vuoto per tre metri: 14enne vivo per miracolo

Il ragazzino stava giocando a palle di neve con altri quattro amici sul piazzale del centro sportivo. Un salto di troppo: e uno dei finestroni ha avuto un cedimento

NOVA MILANESE – Il lucernario di vetro è crollato sotto il suo peso, ed è precipitato negli scantinati, andando a sbattere sulle fondamenta di cemento armato, dopo un volo di tre metri. Paura per un 14enne, domenica pomeriggio al centro sportivo di via Brodolini, a Nova Milanese.

Il ragazzino stava giocando a palle di neve con altri quattro amici sul piazzale del centro sportivo. Un salto di troppo: e uno dei finestroni ha avuto un cedimento. Il 14enne è precipitato nel vuoto nel seminterrato dell’impianto sportivo. Un volo di tre metri, al termine del quale l’adolescente è finito sulla fondamenta dell’impianto sportivo. L’urto è stato molto violento: il ragazzino ha riportato un trauma cranico e contusioni ed escoriazioni in tutto il corpo.

Per riuscire a recuperarlo, i carabinieri della stazione di Nova Milanese sono dovuti scendere nei sotterranei del centro sportivo. Con loro c’erano anche i medici del 118 di Monza, che hanno medicato il ragazzino. Subito dopo il giovane è stato ricoverato all’ospedale San Gerardo di Monza. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Desio, che hanno messo in sicurezza il lucernario e hanno effettuato un sopralluogo per verificare la sicurezza dell’impianto sportivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

Torna su
MonzaToday è in caricamento