Esausto dalle richieste di soldi per la droga, uccide il figlio: "Venite, l'ho ammazzato"

La vittima è Gianluca Colleoni. Il dramma in un'abitazione a Muggiò (Brianza)

Sul posto i carabinieri (foto B & V Photographers)

Ha ucciso il figlio di 48 anni, dopo un litigio causato dall’ennesima richiesta di soldi. Un pensionato di 72 anni è in stato di fermo per omicidio. Domenica pomeriggio, poco dopo le 12, l’uomo avrebbe infatto posto fine alla vita di Gianluca Colleoni, al termine dell’ennesima lite, forse per motivi riguardanti gli stupefacenti.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Desio, il pensionato avrebbe colpito il figlio alla testa con un oggetto pesante da cucina, dai primi riscontri parrebbe uno schiacciapatate. Quando il 48enne si è accasciato a terra in un lago di sangue, è stato lo stesso pensionato a chiamare i soccorsi: i medici del 118 di Monza hanno tentato di rianimare la vittima, ma non ce l’hanno fatta. "Venite, ho ucciso mio figlio", sono state le parole dell'uomo al 112.

E’ morto quasi subito. Il 72enne Mario Colleoni, incensurato, ex agente di commercio, non aveva mai avuto problemi con la legge. Da tempo si lamentava perché il figlio non riusciva a uscire dal tunnel della droga.

Cadavere carabinieri-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga, otto Mini vinte nei supermercati di Monza e Brianza

  • Follia a Sesto: mamma si lancia col furgone contro la caserma dopo l'arresto del figlio

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Maxi controllo in Brianza, 70 auto fermate in poche ore: multe e patenti ritirate per l'alcol

  • Precipita nel vuoto da una cascata di ghiaccio: Lorenzo muore sotto gli occhi dei suoi amici

  • Fermato mentre guidava sulla Milano-Meda, arrestato spacciatore a Bovisio Masciago

Torna su
MonzaToday è in caricamento