Smantellato traffico internazionale di cocaina: trentuno arresti

L'operazione "Dexter" della Questura di Milano. Nel corso delle indagini sono state arrestate in flagranza nove persone e sequestrati circa dieci chili di cocaina

L'hashish arrivava in Italia direttamente dal Marocco, per la rotta spagnola. La cocaina proveniva dal Belgio e dall'Olanda grazie alla collaborazione di autotrasportatori compiacenti. Il primo 'giro' era gestito da cittadini italiani. Il secondo era guidato da albanesi - che secondo gli investigatori sono in forte espansione per via dei prezzi modici e dell'alta qualità della droga - che rifornivano piccoli pusher locali per la distribuzione capillare nel territorio.

GUARDA IL VIDEO DEL BLITZ 

Due gruppi distinti e separati. Non un'associazione - reato che non viene imputato - ma una rete, come spiegato dal vice capo della Squadra mobile di Milano, Serena Ferrari. Le indagini, cominciate nel gennaio 2014, hanno portato all'arresto di trentuno persone nella mattinata di mercoledì. I blitz sono stati eseguiti in contemporanea nelle province di Milano, Bergamo, Brescia, Como, Monza e Brianza, Siracusa e Varese, oltre che in Albania. Particolarmente intensa la ricerca nel quartiere Sant'Eusebio di Cinisello Balsamo (Mi), con un elicottero che ha sorvolato a lungo la zona.

L’indagine, denominata “Dexter” per la somiglianza di uno degli agenti con il personaggio televisivo, era inizialmente orientata nei confronti di alcuni rapinatori specializzati nell'assalto ai portavalori. Le investigazioni si sono presto orientate su alcuni trafficanti di droga. Questo ha permesso di ricostruire l'intera rete. Nel corso delle indagini sono state arrestate in flagranza nove persone e sequestrati circa dieci chili di cocaina, sette dei quali su un camion al confine di Ponte Chiasso, quindici chili di hashish sull'Autostrada A1, nel lodigiano, settecento grammi di marijuana a Brugherio (Mb), un ordigno esplosivo ed una pistola clandestina.

Tra gli arrestati - racconta il pm Marcello Musso - è stata fermata un'intera famiglia capeggiata da Carla  M., sessantasette anni e nove condanne per droga alle spalle. Insieme con lei sono finiti in manette il suo compagno, la figlia e il fidanzato di quest’utlima.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento