Ad Arcore infuoca la polemica per il pedibus: "A scuola con lo sconosciuto? No grazie"

La frase presente sui manifesti affissi in città dal centrodestra per opporsi al progetto che vuole coinvolgere nelle attività di accompagnamento a scuola alcuni richiedenti asilo

"A scuola con uno sconosciuto? No grazie". Questa la frase che ad Arcore campeggia sui manifesti affissi in città dal centrodestra che ha deciso di avviare una campagna di comunicazione per opporsi al progetto avanzato dall'associazione Genitori Attivi Arcore che gestisce il servizio di piedibus in città in collaborazione con l'amministrazione comunale.

Per coinvolgere nelle attività della comunità i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale ospitati in città, insieme alla cooperativa che si occupa dei servizi di accoglienza e al comune di Arcore, è stato messo a punto un progetto che punta a inserire cinque stranieri in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato nel progetto pedibus che ogni mattina accompagna a scuola, a piedi, lungo sei itinerari che approdano alle tre scuole cittadine, i bambini.

Qualcuno però non ha approvato l'idea e ha annunciato battaglia. "Noi ci opporremo con tutte le nostre forze, perché la riteniamo una scelta unicamente ideologica e irresponsabile, per il semplice fatto che nessun genitore potrebbe volere l’affidamento dei propri figli a uno sconosciuto" ha annunciato Cristiano Puglisi, consigliere comunale di Forza Italia. "Per questo da domani ad Arcore saranno affissi dei manifesti di protesta, per questo abbiamo presentato in vista del prossimo Consiglio comunale delle mozioni per fermare l’Amministrazione, per questo inviteremo tutti i genitori arcoresi a partecipare alla prossima riunione dello stesso Consiglio, perché possano rendersi conto dal vivo di come il Partito Democratico intende continuare a governare".

scuol rifugiati-2

"Questo progetto è stato studiato di comune accordo con i genitori e l'associazione che gestisce la presenza dei profughi qui in città e non sono arrivate levate di scudi anche sulle positive esperienze di comuni limitrofi come quello di Agrate Brianza" ha spiegato il sindaco di Arcore Rosalba Colombo in un intervento sulla sua pagina Facebook ufficiale, rispondendo alle accuse mosse dall'opposizione.

"Sarà una ulteriore occasione per i nostri piccoli studenti di entrare in contatto con i concetti di accoglienza, umanità e che la diversità di provenienza e condizione sono una ricchezza ed occasione di crescita; sarà l’occasione di far crescere in loro la comprensione, anche nella triste ingiustizia che talvolta li caratterizza, dei fenomeni umani".

Il progetto del Piedibus è presente ad Arcore dal 2004 e oggi, ogni giorno, accompagna a scuola 90 bambini lungo sei linee diverse che raggiungono le tre scuole cittadine. "Il progetto di integrazione prevede che i richiedenti asilo, stiano insieme a genitori e volontari che si sono dimostrati entusiasti di questa iniziativa e sono paradossali i dubbi secondo cui l’amministrazione comunale lascerebbe i nostri bambini allo sbaraglio e da soli con i richiedenti asilo. Consegno agli arcoresi questi numeri, numeri che parlano e parlano un altro linguaggio e sono sicura che la mia città, da sempre solidale, accogliente e serena saprà fare la differenza" ha concluso il sindaco.

Intanto per martedì 14 marzo l'Associazione Genitori Attivi Arcore che si occupa di organizzare il servizio ha indetto una riunione informativa a cui sono stati invitati tutte le famiglie coinvolte dal servizio, in programma alle 21 nell'aula Magna della scuola di via Monginevro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • ma utilizzare gli italiani indigenti e magari pagarli con i soldi di questi clandestxini? troppo vero? non sanno più come propinarceli, FUORI!!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Monza, scontri e paura in centro: pietrate tra Casapound e centri sociali al mercato

  • Cronaca

    Ruba il portafoglio a un uomo al centro commerciale: arrestato 28enne

  • Cronaca

    Contro il degrado in stazione arrivano le ringhiere anti-bivacco

  • Cronaca

    Tensione in centro Monza per la presentazione del libro di estrema destra: polizia fuori dall'Urban Center

I più letti della settimana

  • Incidente in Valassina tra Carate e Briosco: scontro tra auto e camion

  • Incidente in Valassina, coinvolti cinque veicoli: strada chiusa a Carate Brianza

  • Tratto chiuso in Valassina venerdì dopo gli incidenti: uscita obbligatoria a Giussano

  • Seregno, trovato il corpo senza vita di una ragazza in via Resegone

  • Verano Brianza, a terra spunta la patente di Ignazio Moser

  • Studentessa muore per un colpo di pistola esploso dall'arma del fidanzato

Torna su
MonzaToday è in caricamento