"Fino adesso ho solo giocato", lettere minatorie e persecuzioni alla ex: stalker in manette

L'ex compagno di una donna di 41 anni di Desio si era trasformato nel suo peggiore incubo: minacce, dispetti, danni all'auto e in giardino. I carabinieri hanno atteso che entrasse in azione e l'hanno arrestato

Il materiale sequestrato

Tutti i bei momenti passati insieme durante una relazione arrivata al capolinea ormai più di un anno fa li aveva trasformati in pillole di vendetta da somministrare giorno dopo giorno.

Bersaglio della rabbia per una storia d'amore finita era diventata l'ex compagna di un uomo di 41 anni desiano, ex infermiere e ora disoccupato.

La donna, coetanea dello stalker e residente nel centro della cittadina brianzola, aveva segnalato ai carabinieri della compagnia cittadina una escalation di atti persecutori nei suoi confronti continui, ossessivi che negli ultimi tempi erano diventati addirittura gesti plateali.

Colpevole solo si aver voluto voltar pagina nella sua vita sentimentale la 41enne si era ritrovata le gomme della sua vettura forate di proposito, la carrozzeria danneggiata con l'acido e sacchetti di plastica infilati all'interno del tubo di scarico.

L'uomo aveva deciso di prendersela anche con il giardino che amorosamente la donna curava: di notte, entrando senza farsi vedere, spostava i nanetti da una parte all'altra del cortile, seminava escrementi di cane di grossa taglia per il campo, danneggiava gli alberi, le rubava le lampade da esterno e si era spinto fino a incastonare una croce di legno nella rete che delimitava la proprietà.

Insieme ai dispetti il 41enne si divertiva a perseguitare la donna anche attraverso lettere minatorie ottenute ritagliando singole parole dai giornali per comporre frasi brevi e allusive di future vessazioni.

L'ultima che la vittima si era ritrovata davanti a casa recitava: "Ciao hai intenzione di mettere le telecamete non ti servono".

E invece un dispositivo di sorveglianza elettronica avrebbe messo la parola fine molto prima a questa triste vicenda ed evitato un appostamento notturno dei carabinieri per identificare e arrestare lo stalker.

Nella notte tra martedì e mercoledì gli uomini del comando di Desio si sono mimetizzati nel giardino della donna, in attesa che il persecutore entrasse in azione.

Intorno alla una di notte dalla recinzione è apparsa l'ombra di un uomo che ha controllato che la macchina della donna fosse parcheggiata nel corsello del box. Poco dopo il 41enne è ritornato in azione, ripetendo lo stesso gesto, fino a che, intorno alle 1.30 ha scavalcato il cancello introducendosi nella proprietà.

Impugnando un oggetto con la punta metallica e lucente i carabinieri lo hanno visto dirigersi verso l'autovettura della vittima nel tentativo di danneggiarla. 

E' stato a quel punto che i militari lo hanno accerchiato e fermato, rendendo vano ogni suo tentativo di fuga.

ll 41enne è ora nel carcere di Monza in arresto per atti persecutori con l'aggravante della flagranza di reato.

Nell'abitazione dello stalker i carabinieri hanno trovato anche guanti in lattice, una forbice, un bisturi, altre lettere minatorie dirette alla vittima e un foglio su cui, fingendosi una donna, aveva composto la scritta, "Ciao fino adesso ho solo giocato più avanti sarò più cattiva". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga, otto Mini vinte nei supermercati di Monza e Brianza

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Follia a Sesto: mamma si lancia col furgone contro la caserma dopo l'arresto del figlio

  • Maxi controllo in Brianza, 70 auto fermate in poche ore: multe e patenti ritirate per l'alcol

  • Precipita nel vuoto da una cascata di ghiaccio: Lorenzo muore sotto gli occhi dei suoi amici

  • Tragico schianto in moto, muore in Toscana 32enne di Lissone

Torna su
MonzaToday è in caricamento