"No ai tagli agli autobus", comuni uniti contro la soppressione delle due linee

Un incontro tra i sindaci di Nova Milanese, Lissone, Muggiò, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni ha promosso una petizione per chiedere un dietrofront sulla decisione

Dai cittadini ai sindaci. Un no unanime alla soppressione di due linee del trasporto pubblico in Brianza.

A far sentire la propria voce per chiedere che Regione Lombardia e gli enti preposti intervengano contro la riduzione del servizio attuata dalla Provincia di Monza e Brianza a partire dal 1 febbraio su sette linee di autobus, due delle quali soppresse (Z225 Nova Milanese – Sesto San Giovanni e Z227 Monza Ospedale/Lissone FS- Muggiò- Sesto SG), sono state anche le amministrazioni comunali dei municipi coinvolti. Giovedì mattina a Nova Milanese in comune si sono riuniti infatti anche i rappresentanti dei comuni di Lissone, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e Muggiò per valutare insieme eventuali azioni da intraprendere per scongiurare la decisione.

“Sopprimere gli autobus è un’azione contraria a qualunque forma di contrasto all’inquinamento – ha spiegato il sindaco di Lissone Concettina Monguzzi a margine dell’incontro tenutosi a Nova Milanese – ed è contraria al raggiungimento degli obiettivi previsti dal Piano territoriale degli orari, voluto fortemente da Regione Lombardia. Inoltre, privare l’utenza di questo servizio significa togliere la possibilità di conciliare famiglia e lavoro”.

Con la soppressione della linea Z227 saranno notevoli i disagi che verranno creati ai cittadini che quotidianamente, da Lissone, utilizzano l’autobus per recarsi all’ospedale San Gerardo di Monza e agli studenti che usano i mezzi per raggiungere gli istituti superiori di Muggiò e per muoversi verso Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni. Allo stato attuale, se non verranno reperiti i fondi per il mantenimento del servizio, la provincia di Monza e della Brianza attuerà dal 1 febbraio la cancellazione della linea che dall’ospedale di Monza transita per via Trieste, via Cappuccina, Piazzale della Stazione, via Carducci e via General Giardino, prima di proseguire per Muggiò, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni, terminando la corsa in Piazza I Maggio in prossimità della stazione ferroviaria e del capolinea della metropolitana M1. A subire disagi saranno anche i cittadini e gli utenti che quotidianamente si servono della linea Z225 che collega Nova Milanese e Sesto San Giovanni. Secondo le stime effettuate dalla provincia sono circa 4mila gli utenti quotidiani di ciascuna linea.

Le amministrazioni coinvolte hanno chiesto a Provincia di Monza e Brianza, Regione Lombardia, Ministero dei Trasporti e Città Metropolitana di Milano di valutare ogni possibile azione correttiva per scongiurare le notevoli criticità che si prospettano per i cittadini. La somma necessaria per garantire su tutta la Provincia di Monza e Brianza il servizio di trasporto pubblico su gomma attualmente erogato, senza i tagli previsti dall’1 febbraio, è di 1,8 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine dell’incontro è stata promossa una raccolta firme che coinvolge il comune di Nova Milanese, Lissone, Muggiò e i municipi della tratta z227 con cui si invitano tutti coloro che vorranno manifestare il proprio disagio a chiedere agli Enti competenti il mantenimento delle storiche linee, apponendo la loro firma sulla petizione predisposta presso gli uffici del Comune e presso i banchetti predisposti sul territorio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

Torna su
MonzaToday è in caricamento