Aggredisce il fratello e picchia i carabinieri intervenuti per fermarlo: arrestato 35enne

È successo nel pomeriggio di venerdì a Seregno, nei guai un cittadino senegalese

Immagine repertorio

Ha aggredito il fratello, di poco più grande, iniziando a prenderlo a calci e pugni. E così un cittadino senegalese di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. È successo in via Macallé a Seregno nel pomeriggio di venerdì 4 gennaio, come riferito dagli investigatori della compagnia di Seregno.

A chiedere aiuto ai militari è stato il fratello del centrafricano, 38 anni. L’uomo, intorno alle 14.30 di venerdì, è stato aggredito dal fratello. Futili i motivi del litigio. Ma quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto, sono state aggredite dal 35enne. L’uomo era in uno stato di considerevole agitazione, al punto che i carabinieri hanno avuto difficoltà a calmarlo.

In tasca aveva anche due grammi di marijuana. Processato per direttissima, è stato condannato a otto mesi di reclusione e riaccompagnato alle frontiere per essere rispedito in Senegal.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento