PizzAut, l'impegno del sindaco:"Vorremmo aprire la prima pizzeria a Monza"

Il primo locale gestito da ragazzi autistici potrebbe vedere la luce proprio nel capoluogo brianzolo. Il progetto fa passi avanti con il sostegno dei monzesi e dei commercianti

Nella foto Nico Acampora inventore del Progetto, il Sindaco Allevi e Alessandro Montrasio primo pizzaiolo con autismo

Una serata di gala nella splendida cornice del Saint Georges Premier nel parco di Monza per celebrare il successo del progetto PizzAut "adottato" dai commercianti monzesi e prepararsi ai nuovi passi avanti da fare per trasformare un sogno in realtà. E magari riuscire a farlo proprio nella città di Monza. 

Sabato sera, durante la festa organizzata dal gruppo Facebook cittadino Easy Monza e dai commercianti della città, sono state esposte le teche destinate alla raccolta fondi per il progetto e anche il sindaco di Monza ha espresso il suo personale impegno, auspicando che proprio a Monza veda la luce il primo laboratorio di inclusione sociale PizzAut.

"Ci tenevo a ringraziare la città di Monza e i monzesi che hanno risposto a questo appello" ha detto Dario Allevi. "Ci potrebbe essere una pizzeria che è stata chiusa due anni fa. Dobbiamo ancora parlare con il proprietario ma mi piacerebbe cha a Monza nascesse la prima pizzeria di questi ragazzi straordinari" ha detto il primo cittadino monzese intervenendo durante la serata.

"Momenti di allegria e di impegni precisi. Con il presidente Nico Acampora ed i suoi straordinari ragazzi, con Paolo e Sonia e tutti gli amici del gruppo di Facebook ci siamo lasciati con una volontà ben precisa,quella cioè di aprire la prima pizzeria proprio nella nostra città. Da domani saremo tutti al lavoro per trovare la location adatta. Un grazie particolare va agli oltre 120 negozi che, su invito di EasyMonza,hanno raccolto fondi per quello che oggi forse non è più un sogno" ha aggiunto, con un commento sui social al termine della serata Allevi.

Proprio a Monza potrebbe quindi diventare realtà il progetto a cui da oltre un anno Nico Acampora, insieme alla sua squadra e ai ragazzi, lavorano senza sosta, arrivato anche in finale al talent televisivo Tu si Que Vales. "La città di Monza ed il suo Sindaco Dario Allevi adottano il progetto PizzAut. Potrebbe nascere qui il primo laboratorio di inclusione sociale realizzato in una piżzeria segnalata proprio dal Primo Cittadino del Capoluogo Brianzolo" hanno spiegato da PizzAut. 

L'entusiasmo, l'iniziativa, la voglia di mettersi in gioco e di accogliere le sfide c'è: resta solo da trovare un locale dove oltre alla pizza possano essere protagonisti le passioni e la genuinità dei ragazzi per nutrire, davvero, l'inclusione, come recita lo slogan di PizzAut. 

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Casa piccola? Gli errori da non fare quando la si arreda

  • Mankai, il superfood che vuole sostituire la carne

I più letti della settimana

  • Malore mentre fa il bagno nell'Adda, 42enne muore dopo essere stato soccorso in acqua

  • Grosso incendio alla stazione di Monza: fumo in tutta la zona

  • Evade ma l'auto va in panne sotto il temporale, soccorso dai carabinieri e arrestato

  • Incidente in tangenziale Est a Carugate, auto finiscono fuori strada e una si ribalta: due feriti

  • Lite in piazza davanti a dieci persone, arrivano i carabinieri: arrestati due fratelli

  • Perde il controllo della moto in Valassina e cade sulla rampa a Monza: soccorso 73enne

Torna su
MonzaToday è in caricamento