Maxi controllo in stazione a Monza: polizia, carabinieri e agenti contro lo spaccio

Due arresti e quaranta persone identificate

Quaranta persone identificate, diciannove stranieri accompagnati in Questura per l'identificazione, due arresti e denunce. 

Maxi controllo nel pomeriggio di giovedì in stazione a Monza. Polizia di Stato, carabinieri e agenti della polizia locale sono stati impegnati in un servizio di prevenzione e controllo disposto dal Prefetto di Monza per contrastare lo spaccio disostanze stupefacenti.

I controlli in stazione

Insieme agli uomini in divisa nei giardinetti di corso Milano è stato impegnato anche Narco, l'unità cinofila della polizia locale monzese che ha "fiutato", tra le aiuole, hashish e marijuana nascosti nel terreno. Nel corso del servizio sono state identificate oltre quaranta persone, diciannove cittadini extracomunitari sono stati accompagnati in Questura per accertamenti in merito alla regolarità della loro posizione amministrativa sul territorio.

Un cittadino marocchino ed un gambiano, in regola con il permesso di soggiorno, sono stati allontanati con un Foglio di Via Obbligatorio emesso dal Questore.

Due uomini invece sono stati arrestati: si tratta di un senegalese e di un gambiano, finiti in manette per detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti poichè trovati complessivamente in possesso di circa quaranta grammi tra hashish e marjuana e di 545 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Coronavirus, contagi anche nel Milanese. Chiuse le università lombarde

  • Nova Milanese, azzannato alle parti intime dal suo cane: 40enne in ospedale

Torna su
MonzaToday è in caricamento