Processo Carate Nostra 2, Antonino Brambilla condannato a quattro anni

L'ex assessore provinciale e assessore del comune di Carate Brianza è stato condannato in primo grado. Pene fino a un anno e otto mesi per tre imprenditori

Le tangenti ci furono. E furono pagate. L'ex assessore provinciale e assessore di Carate Brianza, Antonino Brambilla, è stato condannato a quattro anni in primo grado. E' lui, già condannato a cinque anni nel processo Ponzoni, il nome eccellente tra i coinvolti nel processo Carate nostra 2, per il quale venerdì il tribunale collegiale di Monza ha pronunciato le sentenze. Condannati, insieme a Brambilla al quale sono stati sequestrati anche 170mila euro, anche tre imprenditori con pene fino a un anno e otto mesi. Per tutti l'accusa è aver pagato o ricevuto tangenti. 

"In Brianza - aveva detto il pm Donata Costa all'inizio della requisitoria - non c’è metro quadro costruito, sul quale non sia stato pagato il 10% in più: il prezzo delle tangenti". Le indagini, infatti, si erano concentrate proprio sulle presunte tangenti per la trasformazione di aree della città - via Tagliamento e viale Lombardia su tutte - da agricole a residenziali. 

A differenza degli imputati di "Carate nostra 1", che avevano scelto il rito abbreviato, gli imputati della seconda costola del processo hanno cercato di difendersi. "Brambilla - aveva contrattaccato il suo legale Ivan Colciago - non ha ricevuto alcuna somma, a partire da quei 150mila euro per togliere il vincolo paesaggistico sull’area di via Tagliamento". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il processo - aveva continuato l'avvocato - ha dimostrato come le testimonianze siano state contraddittorie. Su questa vicenda hanno parlato in quattro, e tutti dicono una cosa diversa; quando anche il tribunale dovesse riconoscere questa dazione come avvenuta, comunque, sarebbero soldi ricevuti come libero professionista e non come funzionario pubblico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sopra il cielo di Monza, la magia della stella cometa Neowise

  • "Rave party" in strada a Monza: nel caos, un uomo viene aggredito brutalmente e rapinato

  • Schianto frontale sulla statale: drammatico il bilancio, morti due giovani di 28 anni

  • Paura a Vimercate, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • 10 luoghi in cui fare il bagno al lago, poco lontano da Monza

  • Cammina seminudo in strada, 36enne arrestato a Giussano: era già stato espulso

Torna su
MonzaToday è in caricamento