Ladri in casa, padre e figlio li "buttano" giù dal balcone a pugni

I due hanno affrontato i malviventi, che erano sul balcone della casa, e li hanno allontanati con le maniere cattive. La storia raccontata da "Il Cittadino"

Padre e figlio non hanno aspettato l'arrivo dei carabinieri (Foto di repertorio)

Non hanno aspettato l'arrivo dei carabinieri. Anzi, probabilmente, i carabinieri non li hanno neanche avvisati perché hanno deciso di passare alle maniere forti da soli. 

Due cittadini di San Rocco, padre e figlio, si sono trasformati in "giustizieri" per una sera, riuscendo a far scappare i ladri a modo loro. 

I due, racconta Barbara Apicella su "Il Cittadino" in edicola giovedì, stavano per sedersi a tavola per cenare quando si sono accorti che sul balcone c'erano due uomini. 

A quel punto, entrambi hanno reagito alla stessa maniera. Sono usciti sul terrazzo - al secondo piano - e hanno affrontato i due malviventi, che erano pronti a intrufolarsi in casa. 

Uno dei due ladri è riuscito a scappare, facendo perdere le proprie tracce oltre la recinzione della ferrovia. Peggio, invece, è andata al "collega", che è stato afferrato dal più giovane dei padroni di casa. Il ragazzo lo ha colpito con un pungo in pieno volto e lo ha costretto a lanciarsi dal balcone per sfuggire alla sua rabbia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento