homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ragazzi aggrediti in stazione: schiaffi, bottigliate in faccia e cinghiate

L'episodio poco dopo la mezzanotte tra sabato e domenica. La Polizia di Stato ha rintracciato e arrestato gli aggressori

L'episodio in stazione

Erano appena usciti dalla stazione di Monza e stavano camminando alla volta di via Carducci quando cinque persone li hanno circondati e hanno iniziato a colpirli con "armi" di fortuna che avevano con sè. 

Due ragazzi di vent'anni, residenti a Lissone, nella notte tra sabato e domenica sono stati aggrediti in via Arosio nel capoluogo brianzolo poco dopo la mezzanotte. Qualcuno ha sferrato un sonoro e violento schiaffo al volto di una delle vittime mentre un altro aggressore ha colpito al viso l'altro malcapitato con una bottiglia di vetro. Per completare l'opera poi ha estratto una cinghia dalla tasca e l'ha usata contro il giovane. 

Nonostante fossero stati circondati e picchiati i ragazzi sono riusciti a scappare via velocemente prima che i malviventi tentassero di mettere le mani su quanto i due avevano con sè. Immediatamente è partita una richiesta di aiuto al commissariato di Polizia di Stato di Monza che si è subito attivato per rintracciare i responsabili grazie alla descrizione ricevuta dalle vittime. Mentre i giovani venivano medicati sul posto da un'ambulanza del 118, i poliziotti sono riusciti a fermare e arrestare due dei responsabili in via Buonarroti.

In manette in seguito all'accaduto sono finiti un cittadino di 33 anni di origine marocchina residente a Copreno e un ragazzo di 22 anni originario del Vanezuela residente a Vimercate. Una delle due vittime, a causa di una ferita lacero-contusa dovuta alle botte, è stato trasferito all'ospedale San Gerardo di Monza in codice verde. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Generalizzare è sbagliato. Una cosa è accogliere migranti che sfuggono a guerre e fame, diverso è tollerare comportamenti anomali. Questi vanno pestati con gli stesdi metodi da loro adottati e messi su un barcone destinazione Oceano Atlantico

  • Avatar anonimo di brigate
    brigate

    criminali stranieri fuori controllo e continuiamo l'accoglienza di questi immigrati clandestini economici...il Pd in tutta la sua nefandezza

    • Ccazzo c'ventra il PD con le mmasse di migranti

    • Avatar anonimo di Antonio
      Antonio

      Stanno stufando anche gesucristo  e ora che la polizia  spacca qualche osso e li rimanda a casa loro e non davanti a un giudice.. aplichiamo la legge dente per dente che ci costa meno  ......basta......

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Finisce con l'auto contro un albero: gamba rotta e politrauma per un 49enne a Senago

  • Cronaca

    In migliaia al Parco di Monza per lo spettacolo pirotecnico di San Giovanni

  • Cronaca

    Colpo grosso in pelletteria: banditi sfondano la vetrina e fuggono con 6mila euro di borse

  • Cronaca

    Primo weekend di (vera) estate in arrivo ma in agguato ci sono forti temporali

I più letti della settimana

  • Brutto incidente in autostrada per un pullman di fedeli di Meda diretti a Roma

  • Rapina con colpi di pistola al Bricoman a Carate Brianza

  • "Meglio in galera che in casa con mia moglie" e si fa arrestare

  • Tragedia in viale Fulvio Testi: morto un motociclista di Vimercate

  • Incendio in un box, dopo le fiamme i carabinieri scoprono una serra di marijuana

  • Cagnolino cade nel Villoresi, i pompieri tentano di rianimarlo

Torna su
MonzaToday è in caricamento