Minacciato con un coltello e rapinato: i carabinieri trovano i banditi attraverso Facebook

Nei guai due cittadini moldavi, arrestati dai carabinieri della compagnia di Desio

Immagine repertorio

In cella grazie a Facebook. È stato anche grazie a un’indagine sui social network se i carabinieri di Desio sono riusciti ad arrestare i due banditi che il 14 marzo 2018 avevano messo a segno una rapina ai danni di un romeno di 30 anni che vive Nova Milanese e lavora in un ristorante di Milano. 

L'aggressione e la rapina

Tutto era accaduto di notte: i rapinatori avevano seguito il 30enne dal locale fino a casa. Sapevano che aveva in tasca lo stipendio in contanti, quindi lo hanno minacciato con un coltello, si sono fatti consegnare tutte le banconote e poi lo avevano malmenato a suon di calci e pugni.

Le indagini

La vittima aveva raccontato agli investigatori di aver riconosciuto uno dei due aggressori in un compagno di palestra. E così i militari si sono recati nella struttura dove, attraverso l'elenco degli iscritti, sono arrivati a uno dei presunti rapinatori. Cercando nel suo profilo Facebook sono arrivati al presunto complice. I malviventi, entrambi cittadini moldavi, sono stati riconosciuti dalla vittima e arrestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shock per liceo Frisi di Monza, due studenti si tolgono la vita. La preside: "Profondo dolore"

  • Le auto e gli affari con la cocaina, sgominata rete di spacciatori: 11 arresti

  • Tornano le giostre a Limbiate, sulle ceneri di Greenland sorgerà un nuovo luna park

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Maxi operazione a Monza, undici arresti per spaccio di droga

  • Crollo in via Bergamo a Monza, pezzi di cornicione precipitano al suolo da nove metri

Torna su
MonzaToday è in caricamento