Minacciato con un coltello e rapinato: i carabinieri trovano i banditi attraverso Facebook

Nei guai due cittadini moldavi, arrestati dai carabinieri della compagnia di Desio

Immagine repertorio

In cella grazie a Facebook. È stato anche grazie a un’indagine sui social network se i carabinieri di Desio sono riusciti ad arrestare i due banditi che il 14 marzo 2018 avevano messo a segno una rapina ai danni di un romeno di 30 anni che vive Nova Milanese e lavora in un ristorante di Milano. 

L'aggressione e la rapina

Tutto era accaduto di notte: i rapinatori avevano seguito il 30enne dal locale fino a casa. Sapevano che aveva in tasca lo stipendio in contanti, quindi lo hanno minacciato con un coltello, si sono fatti consegnare tutte le banconote e poi lo avevano malmenato a suon di calci e pugni.

Le indagini

La vittima aveva raccontato agli investigatori di aver riconosciuto uno dei due aggressori in un compagno di palestra. E così i militari si sono recati nella struttura dove, attraverso l'elenco degli iscritti, sono arrivati a uno dei presunti rapinatori. Cercando nel suo profilo Facebook sono arrivati al presunto complice. I malviventi, entrambi cittadini moldavi, sono stati riconosciuti dalla vittima e arrestati.

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Dove dormire in una casa sull’albero, a meno di due ore da Monza

  • Fuga da Monza: in mountain-bike da Paderno al traghetto di Leonardo

I più letti della settimana

  • Grosso incendio alla stazione di Monza: fumo in tutta la zona

  • Incidente mortale a Seveso: muore ragazzo di 18 anni

  • Incidenti, violento schianto auto-moto: gravi un 17enne e una 13enne

  • Ubriaco fradicio mentre lavora, provoca 3 incidenti e poi scappa

  • Tempesta di chiamate e sms la ex: poi si presenta sotto casa sua con un coltello

  • Accoltellato dal figlio violento durante l'ennesima lite: arrestato studente di vent'anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento