"Mi hanno rapinato", studente racconta furto ai carabinieri ma in ospedale "scappa"

Intervento dei carabinieri nella notte di domenica a Meda

Carabinieri - Immagine da archivio

Ha raccontato ai carabinieri di essere stato aggredito e rapinato ma ha affermato di non ricordarsi nè dove, nè quando e nemmeno da chi. Poi, soccorso da un'ambulanza e trasferito in ospedale per accertamenti, è diventato un "fantasma", dileguandosi nel nulla dal Pronto Soccorso dell'ospedale San Gerardo di Monza. 

Una rapina dai contorni ancora poco chiari quella avvenuta nella notte a Meda. I carabinieri sono intervenuti poco dopo mezzanotte e mezza, all'interno di un bar di via Indipendenza, dove hanno trovato un giovane studente in stato confusionale, di 19 anni, di origine marocchina, residente a Como, che ha raccontato di essere stato vittima di una rapina. Pochissime le informazioni che il 19enne sarebbe stato in grado di fornire ai carabinieri. 

Con precisione il ragazzo ha saputo indicare soltanto che cosa gli era stato sottratto: il telefono cellulare, una collanina in oro e dei soldi. Accompagnato in codice rosso in ospedale al San Gerardo di Monza con un'ambulanza poi il ragazzo si è allontanato, senza essere visitato dal personale sanitario e senza registrare il suo ingresso e il suo passaggio nella struttura sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento