Rapina in villa da 50mila euro: arrestato dai carabinieri dopo 9 anni

L'uomo è stato arrestato nel vimercatese. Il fatto risale all'ottobre del 2009

Immagine repertorio

Doveva scontare ancora quasi due anni di carcere per rapina, falsità materiale e sostituzione di persona. E per lui sono scattate le manette: nella serata di mercoledì 18 luglio i carabinieri hanno arrestato un 62enne residente a Cavenago, colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bologna. La notizia è stata resa nota dai carabinieri della compagnia di Vimercate.

I fatti per cui il 62enne è stato condannato risalgono al 1° ottobre 2009 quando il malvivente, insieme ad altri quattro complici, aveva messo a segno in una villa di Modena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un membro della banda si era presentato come un carabiniere (uno dei complici indossava anche la divisa) e avevano finto una perquisizione. La banda era scappata con alcuni libretti bancari, orologi di pregio (Rolex e Cartier) e alcune borse di valore (Louis Vuitton ed altre marche). Oltre 50.000 euro il valore della merce asportata.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

Torna su
MonzaToday è in caricamento