Trasporto pubblico, a rischio bus e treni: due scioperi in due settimane

Prima agitazione il 25 novembre, con stop anche agli autobus. Si replica il 9 dicembre

Il primo sciopero, proclamato da Cub trasporti e Federazione sindacato generale di base, andrà in scena il 25 novembre. Potranno adirare all’agitazione, che si annuncia massiccia, tutti i dipendenti del gruppo Ferrovie dello Stato, Nuovo Trasporto viaggiatori - Italo -, Trenord, Serfer, Sbb cargo Italia, Db Cargo Italia.

Lo sciopero, come evidenziato dal sito del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, inizierà alla mezzanotte del 25 novembre e terminerà alle 21 di sera dello stesso venerdì. Venerdì che sarà anche il giorno dello sciopero dei lavoratori di Autoguidovie, l’azienda che cura il trasporto pubblico locale nell’area a sud est di Milano. Si replica, quindi, due venerdì dopo - il 9 dicembre -, quando sarà la volta di un nuovo sciopero del settore ferroviario, indetto da Orsa Ferrovie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I treni Trenord, Italo e Trenitalia saranno a rischio per otto ore, dalle 9 alle 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane infermiera del San Gerardo si toglie la vita, il dramma nella "trincea" monzese

  • "Ti ho vista piangere, in silenzio", la commovente lettera alla moglie infermiera nel giorno del suo compleanno

  • Triuggio, dipendente positiva al Covid-19: chiuso punto vendita ItalCoop

  • Il Coronavirus non si ferma: in un giorno 163 contagi tra Monza e Provincia. Tutti i dati

  • Coronavirus, trend dei contagi in calo in Lombardia: "Luce in fondo al tunnel"

  • Monza, città "silenziosa e deserta" nelle immagini riprese dal drone

Torna su
MonzaToday è in caricamento