Sciopero treni Trenord: domenica 14 luglio si fermano per 24 ore, ci saranno bus "no-stop"

Essendo una giornata festiva non ci sarà alcuna fascia di garanzia. L'orario della protesta

Repertorio

E' appena finito lo sciopero di metro, tram e autobus Atm e i cittadini milanesi e non solo devono già fare i conti con un altro sciopero previsto per domenica 14 luglio: si fermano infatti i treni regionali di Trenord.

Sciopero Trenord per il 14 luglio: nessun orario di garanzia

Ne dà notizia la stessa azienda lombarda sul proprio sito, dove avverte che essendo una giornata festiva non ci sarà alcuna fascia di garanzia. L'orario della protesta andrà dalle 3 di domenica 14 alle ore 2 di lunedì 15 luglio 2019. Il Servizio Regionale, Suburbano e il servizio Aeroportuale potranno subire variazioni e/o cancellazioni.

Sciopero Trenord, ci saranno autobus sostitutivi 'non stop'

Autobus sostitutivi "no-stop" saranno istituiti limitatamente per i soli collegamenti aeroportuali "Milano Cadorna - Malpensa Aeroporto" e "Malpensa Aeroporto - Stabio" in caso di non effettuazione dei treni. Da Milano Cadorna gli autobus partiranno da via Paleocapa 1.

Per i treni garantiti della Lunga percorrenza di Trenord ecco qui l'elenco. 

Sciopero Trenord, i motivi

A proclamare lo sciopero è stato il sindacato Orsa ferrovia. In una nota, la sigla sindacale ha sottolineato che i motivi che hanno portato allo sciopero sono gli stessi che avevano già spinto i dipendenti a incrociare le braccia proprio il 7 giugno

"Abbiamo evidenziato che il contratto aziendale di Trenord è scaduto da 4 anni e che lo stesso contiene errori da correggere, così come dichiarato da tutte le parti aziendale e sociali", avevano chiarito in quell'occasione da Orsa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quindi in considerazione di quanto convenuto in sede Prefettizia, per noi il tempo è ormai scaduto e non siamo più disposti ad accettare un calendario che non ha mai prodotto nulla. Abbiamo rilevato inoltre l’inadeguatezza della società e la mancanza di controllo da parte del management nei confronti dei diretti sottoposti, ricordando - avevano concluso - che l’azienda non rispetta quanto si conviene nel confronto sindacale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è un serpente nel mio giardino": chiama l'Enpa ma i volontari lo trovano morto con ferita in testa

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • Da martedì riapre il Parco, via libera anche nei giardinetti: le novità della Fase 2 in città

  • Coronavirus, altri 42 contagi in Brianza: 462 nuovi positivi in Lombardia e 54 morti

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

  • Forti temporali e maltempo, allerta "arancione" a Monza e Brianza

Torna su
MonzaToday è in caricamento