Lite nel palazzo per il troppo rumore e arrivano i carabinieri: spunta serra di marijuana

In manette ad Agrate Brianza un uomo di 43 anni. In casa nascondeva anche semi e droga

Le piante sequestrate nel box di Agrate

Troppo rumore, tanto da disturbare i vicini. E' stato così che un uomo di 43 anni, italiano, è stato arrestato dai carabinieri per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio ad Agrate Brianza. I militari brianzoli sono giunti in un condominio dopo essere stati chiamati da alcuni vicini a causa di una lite scoppiata per le lamentele legate al troppo rumore che, a detta di alcuni inquilini, proveniva dal garage dell'uomo. 

E proprio qui i carabinieri hanno scoperto da che cosa proveniva il "disturbo". All'interno di una intercapedine ricavata nella rimessa era stata allestita una serra "indoor" per la coltivazione di piante di marijuana. Qui sono state trovate e sequestrate sei piante di un'altezza di circa ottanta centimetri e diverse confezioni di semi.

I controlli poi sono proseguiti anche nell'appartamente del 43enne dove i militari hanno scovato oltre un chilo e mezzo di marijuana e 1,7 chili di hashish suddivisa in trentasei panetti. Nell'abitazione l'uomo aveva anche una macchina per il confezionamento sottovuoto e un bilancino di precisione. Per il 43enne sono scattati gli arresti domiciliari.

IMG-20191101-WA0017-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento