Traffico di droga e spaccio, sgominate due organizzazioni tra Monza e il milanese

L'operazione denominata "Regina" ha portato all'arresto di oltre venti persone accusate a vario titolo di traffico illecito e spaccio di sostanze stupefacenti

Oltre venti arresti tra Monza, Sesto San Giovanni e Cinisello. La polizia di Stato ha sgominato due organizzazioni criminali attive nei territori dell'hinterland milanese e della Brianza dedite al traffico di droga e allo spaccio.

Dall'alba di mercoledì mattina gli agenti nell'ambito dell'operazione, denominata "Regina", hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Monza Emanuela Corbetta, su richiesta della Procura della Repubblica di Monza, nei confronti di diciotto persone (9 cittadini italiani e 9 magrebini) tutte accusate a vario titolo di traffico illecito e spaccio di sostanze stupefacenti. Nei guai anche altre sette donne, quasi tutte italiane, per cui sono stati disposti gli arresti domiciliari e un italiano al quale si sta notificando l’obbligo di dimora presso il comune di residenza.

L'indagine, portata avanti dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sesto San Giovanni, è iniziata nel dicembre 2014 quando in seguito a informazioni riservate assunte degli agenti della squadra investigativa è emerso un giro di spaccio nel quale insieme a un pusher sarebbe stato coinvolto anche un minore di circa 14 anni.

Gli inquirenti attraverso le indagini e le intercettazioni telefoniche e ambientali sono riusciti a individuare due organizzazioni criminali distinte, attive sul territorio, disegnando la mappa di due gruppi differenti che, benché collegati, operavano in modo autonomo sul territorio dell’hinterland milanese e brianzolo, in particolare tra Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo e Monza.

Il primo gruppo, di origine maghrebina, si occupava prevalentemente del traffico e della rete di spaccio di cocaina e hashish mentre il secondo sodalizio criminale individuato operava prevalentemente sul territorio di Sesto San Giovanni con fornitori e basi operative e di smistamento sul territorio di Milano, in zona Giambellino e zona Navigli. 

Nel corso di tutta la durata dell’indagine sono stati sequestrati diversi chili di cocaina e hashish. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Incidente in autostrada A4 ad Agrate Brianza, morto ragazzo di 27 anni

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Coronavirus, contagi anche nel Milanese. Chiuse le università lombarde

  • Nova Milanese, azzannato alle parti intime dal suo cane: 40enne in ospedale

  • Ragazzina arbitro aggredita e spintonata da allenatore e tifoso: follia in campo a Meda

Torna su
MonzaToday è in caricamento