Carcere, un uomo si uccide con la bomboletta del gas

Niente da fare per il 40enne soccorso dalla Croce rossa. E si torna a parlare del sovraffollamento della struttura di via Sanquirico. 11 tentativi di suicidio nel corso dell'anno

Ieri pomeriggio un detenuto si è tolto la vita nel carcere di Monza. L'uomo, un 40enne italiano, ha inalato del gas dalla bomboletta che ogni detenuto ha in dotazione per cucinare e riscaldare cibi. Quando ci si è accorti del gesto, è stato soccorso dalla croce rossa, ma inutilmente.

Secondo il sindacato autonomo di polizia penitenziaria, non è la prima volta che le bombolette di gas vengono usate in questo modo, tanto che gli agenti ora chiedono di rivedere il regolamento d'uso.

Il carcere di Monza è (come la maggior parte delle carceri italiane) sovraffollato: ospita al momento 713 detenuti contro una capienza di 405. Nel corso del 2011 si sono verificati molti scioperi della fame, oltre a 87 episodi di autolesionismo e 11 tentativi di suicidio.

Potrebbe interessarti

  • Idee per il weekend: 5 mete a meno di 150 km da Monza

  • Le 5 migliori gelaterie di Monza e Brianza

  • Via dalla città: i 5 migliori luoghi per un pic-nic in Lombardia

  • Vendere la casa in minor tempo con l'home staging

I più letti della settimana

  • C'è una bomba da disinnescare, chiusi alcuni tratti dell'autostrada A4 domenica 16 giugno

  • Carate Brianza, uomo trovato senza vita in casa: morto 69enne

  • Fan e sostenitori fuori dalla casa pignorata di Morgan a Monza: sfratto rinviato

  • Intelligenza artificiale per assumere: ecco come cambiano i colloqui in Esselunga

  • Sequestra una donna, la picchia per tutta la notte e la violenta nella sua roulotte: arrestato

  • Sale sul tetto della pizzeria e minaccia di gettarsi nel vuoto per protestare contro la chiusura

Torna su
MonzaToday è in caricamento