Sul treno della droga fino ai boschetti dello spaccio: Striscia la Notizia tra i pusher

L'inchiesta dell'inviato Max Laudadio in viaggio sul treno fino alla Brianza per acquistare dosi di droga

Marijuana, cocaina, eroina. Nei boschi del Parco delle Groane, a Ceriano Laghetto, ogni giorno una processione di clienti raggiunge i pusher nascosti tra la vegetazione con il loro bazar dello spaccio per acquistare una dose. E ancora prima di arrivare a Ceriano, i pusher in stazione o sul treno propongono i loro "affari".

A documentare la situazione è stato l'inviato di Striscia La Notizia, Max Laudadio, che con un servizio andato in onda durante la puntata del 21 maggio su canale Cinque ha mostrato cosa succede non solo nei boschetti dello spaccio ma anche sul "treno della droga" dove ogni giorni salgono decine e decine di clienti alla ricerca di una dose.

Guarda il servizio qui

Il viaggio verso il "paradiso della droga" inizia in stazione a Saronno dove un inviato sale a bordo del treno diretto a Ceriano Laghetto, in Brianza. Prima ancora di salire in carrozza però incontra uno spacciatore che propone la sua merce, un secondo pusher che dice di avere con sè marijuana e cocaina e poi diversi clienti che rassicurano il nuovo arrivato di essere nel posto giusto e di poter trovare spacciatori attivi dalle 8 del mattino fino a tarda sera.

Un uomo addirittura spiega di fare ogni giorno un lungo viaggio da Verbania fino alla Brianza per poter comprare ogni giorno una dose di droga a buon prezzo, viaggiando per un'ora e mezza in treno. Tra le immagini e le rivelazioni sconcertanti del servizio c'è anche una ripresa fatta in un bagno del convoglio dove lo spacciatore che sulla banchina aveva proposto di acquistare droga all'inviato, lo invita a seguirlo nella toilette dove assume una dose di cocaina inconsciamente ripreso dalle telecamere.

Alla fine si arriva a destinazione e i clienti, a flotte, scendono dal treno e si dirigono verso i boschi dove una vedetta indica a tutti la strada. Qui i pusher vendono indisturbati di tutto: eroina, cocaina e marijuana con bilancini di precisione e tutto il materiale necessario a confezionare e spacciare le dosi. 

In stazione qualcuno commenta il recente blitz delle forze dell'ordine, intervenute nell'area con ottanta carabinieri. Nonostante il maxi sequestro di droga e armi però, purtroppo, nulla sembra cambiato. "Le immagini parlano da sole e nonostante l'attività delle forze dell'ordine questi spacciatori tornano a vendere morte" ha concluso l'inviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Decathlon, a febbraio si abbassano le serrande del negozio di Vignate

  • Scende dall'auto per togliere il telo sul parabrezza ma resta incastrata con la testa nella portiera: soccorsa donna

  • Incidente tra auto e moto in tangenziale Est, morto 51enne al San Gerardo di Monza

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • Bovisio Masciago, mercoledì apre il nuovo supermercato Iperal

  • Valassina, lavori di manutenzione nel tunnel di Monza: le chiusure tra il 16 e il 20 dicembre

Torna su
MonzaToday è in caricamento