mercoledì, 30 luglio 20℃

Minaccia di farsi esplodere con la bambina: arrestato imprenditore

Il matrimonio finito, forse la depressione: l'uomo era sposato con una donna straniera. I Carabinieri lo hanno arrestato con l'accusa di tentato omicidio aggravato

Redazione 19 agosto 2012

TRIUGGIO - Un piccolo imprenditore è stato arrestato, a Monza, con l'accusa di tentato omicidio aggravato della figlioletta di 4 anni e mezzo per aver tentato di suicidarsi facendo esplodere la casa e trattenendo con sé la piccola. E' accaduto giovedì scorso a Triuggio (la notizia è stata confermata oggi) quando l'uomo, un 54enne, incensurato e stimato, si è chiuso in casa aprendo tutti i rubinetti della cucina a gas e chiudendo le finestre. Lo avrebbe fatto, secondo quanto riferito dai carabinieri del Gruppo di Monza, per la depressione che lo attanaglia trovandosi in corso di separazione con la moglie, una donna dell'Est Europa con una quindicina di anni meno di lui. Per fortuna la donna, passando sotto la casa (dove già non abitava più da tempo) ha visto l'auto del marito, con cui aveva mantenuto buoni rapporti tanto da lasciargli la figlia quando voleva in un orario insolito, ed è salita aprendo la porta con le sue chiavi e trovando lui semi cosciente a terra con la bambina trattenuta tra le braccia. Il 118 ha portato lui in Psichiatria, a Monza, dove si trova piantonato, mentre la bimba è stata subito dimessa. (fonte: ANSA)
 

Annuncio promozionale

Triuggio
arresti
tentati suicidi

Commenti