"Maga" ruba quasi 450mila euro a una anziana: raggirata e truffata per sei anni

È successo ad Albiate, in provincia di Monza e Brianza. La truffa andava avanti da 6 anni

Una anziana di 72 anni è stata truffata da una donna macedone di 38 anni che in sei anni è riuscita a spillarle in sei anni 450mila euro. È successo ad Albiate, in Brianza. E per la truffatrice sono scattate le manette, arrestata dai carabinieri con le accuse di truffa e circonvenzione di incapace.

Benestante, sola e senza figli, la povera vedova era caduta vittima di una macedone di 38 anni. Soprannominata «la maga», la donna, residente in un campo nomadi a Carignano (Torino) e già nota alle forze dell’ordine, la 38enne ha derubato l’anziana costringendola a effettuare decine di versamenti in denaro e su carta Poste-pay, e perfino a vendere tre appartamenti, a ipotecare la sua villa e addirittura a farsi intestare un lascito testamentario. 

L’astuta donna era entrata nella vita della 72enne quasi per caso. Ben presto era riuscita a entrare in confidenza con la 72enne. Fingendo di esserle amica, e scoprendo che l’anziana era molto ricca e aveva una personalità piuttosto remissiva, aveva iniziato a chiederle soldi. All’inizio, piccole somme di denaro, con la scusa di sfamare i suoi cinque figli. Poi, “donazioni” sempre grandi, ottenute con l’inganno. A lungo ha sostenuto che una delle figlie aveva un tumore e servivano molti soldi per operarla. In questo modo, è riuscita a convincere la donna a effettuare decine di versamenti bancari e altrettanti su carta postepay.  Sempre più incapace di dire di no e non sapendo come fare a dare soddisfazione alle incessanti richieste di denaro, la vedova ha venduto tre appartamenti. 

E non ha esitato a chiedere aiuto a un suo amico, un pensionato di 76 anni, convincendolo a versare, pure lui, 150mila euro alla 38enne.  Solo quando la 72enne si è ritrovata sul lastrico, e in cattive condizioni di salute, si è confidata con il medico di famiglia, raccontandogli tutto. È stato lui a rivolgersi ai carabinieri di Seregno. In dieci giorni gli uomini del maggiore Emanuele Amorosi sono riusciti a ricostruire sei anni di truffe e a arrestare la macedone. I carabinieri sospettano che i soldi sottratti alla vedova possano essere molti di più.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga, otto Mini vinte nei supermercati di Monza e Brianza

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Follia a Sesto: mamma si lancia col furgone contro la caserma dopo l'arresto del figlio

  • Maxi controllo in Brianza, 70 auto fermate in poche ore: multe e patenti ritirate per l'alcol

  • Precipita nel vuoto da una cascata di ghiaccio: Lorenzo muore sotto gli occhi dei suoi amici

  • Tragico schianto in moto, muore in Toscana 32enne di Lissone

Torna su
MonzaToday è in caricamento