Fatture false, pizzicato imprenditore brianzolo

Per godere di sgravi fiscali emetteva fatture intestate a un imprenditore ligure che si è visto notificare all'improvviso avvisi di accertamento fiscale per 400mila euro

Ad avviare le indagini le Fiamme Gialle di Sarzana

Al titolare di un rimessaggio barche della Val di Magra non tornavano i conti: con gli avvisi di accertamento fiscale notificati dall'Agenzia delle Entrate per un importo di 400mila euro relativo agli anni 2006-2007 era sicuro di non avere niente a che fare.

Sono partite così le indagini della Guardia di Finanza di Sarzana, in Liguria, che hanno identificato l'autore della truffa.

Si tratta di un imprenditore brianzolo titolare di un'azienda che si occupa di impianti elettrici che per il fatto è finito nei guai.

Per lui l'accusa è emissione di false fatture: l'uomo infatti per godere di sgravi fiscali avrebbe dichiarato un reddito inferiore grazie all'emissione di fatture false usando i dati anagrafici dell'ignara vittima ligure.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento