Vandali in azione all'ex cinema Maestoso: raid nella notte

Distrutta la recinzione dell'area e vandalizzata la scritta realizzata da Roberto Spadea e Felice Terrabuio. "In ogni caso gli sconfitti siete voi" ha commentato l'artista

La devastazione nella notte tra domenica e lunedì (Foto Facebook/Spadea)

"C'è bisogno di arte!". Ma forse, verrebbe da dire, prima ancora serve più educazione.

Questo il testo della scritta che l'artista Roberto Spadea e l'architetto creativo Felice Terrabuio avevano realizzato lungo la recizione dell'ex cinema Maestoso di Monza, presa d'assalto più volte da ignoti vandali che, nella notte tra domenica e lunedì, hanno distrutto non solo il messaggio positivo ma addirittura l'intera recinzione.

L'intervento, spiega a MonzaToday Roberto Spadea, era stato realizzato nell'area ormai preda del degrado e caduta in un limbo dovuto all'attesa dei lavori per la sua riqualificazione qualche tempo fa, quando dalla proprietà e dalla Commissione Paesaggistica del comune era arrivata l'autorizzazione per la realizzazione della Wall Art. L'intento era indirizzare alla città un messaggio e uno spunto di riflessione e soprattutto coprire le scritte offensive e ingiuriose che erano state realizzate da ignoti.

"Dopo aver approntato la scritta alcuni vandali hanno demolito una parte della recinzione e scarabocchiato il messaggio" spiega Spadea, sottolineando come dopo l'accaduto gli artisti si erano adoperati per ripristinare l'intervento. Nella notte tra domenica e lunedì però sulla voglia di creare qualcosa di bello e di consegnare un messaggio di riflessione alla città ha prevalso la distruzione vandalica e l'intera recinzione è stata abbattuta e distrutta. 

"In ogni caso gli sconfitti siete voi, distruggendo tutto resterete comunque arrabbiati per sempre. Noi, con il sorriso sulle labbra, avremo la forza e il coraggio di rifare ciò che abbiamo fatto per rendere tutto più bello, semplicemente perchè crediamo e vogliamo un mondo migliore di questo" ha commentato Roberto Spadea in seguito all'accaduto postando sui social una foto della devastazione.

Oltre all'amarezza per il gesto poi l'artista ha anche chiamato in causa i genitori di questi ignoti vandali, invitandoli a essere più presenti nella vita dei propri figli: "Le famiglie devono essere vigili, purtroppo oggi ci sono tanti ragazzi allo sbando" ha detto Spadea. In seguito all'accaduto sul posto è intervenuta anche la polizia locale che ha messo in sicurezza l'area ed è al lavoro per individuare i responsabili del danneggiamento.

Il messaggio realizzato "a caratteri cubitali solo apparentemente pubblicitari", come spiega il critico Vittorio Raschietti, è in realtà una vera e propria esortazione morale. "L'obiettivo della coppia Terrabuio Spadea è attivare lo spirito critico dello spettatore, stimolando domande, riflessioni ed emozioni". 

"Art we need/ All we need is wall Art". Ma prima di essere capaci di apprezzare l'arte bisogna imparare a rispettarla. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

scritta maestoso-2

La scritta lungo la recinzione dopo il primo raid notturno di sabato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

Torna su
MonzaToday è in caricamento