Falsi vestiti di marca sequestrati dai finanzieri e donati ai profughi

Gli oltre duemila capi di abbigliamento erano stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni perché contraffatti. Ora saranno donati agli immigrati ospiti dei centri d’accoglienza di Bresso e Agrate. I dettagli

I vestiti saranno donati - Foto Paniagua

Un modo per sconfiggere il crimine. E un modo per fare del bene. 

Oltre duemila capi di abbigliamento contraffatti sequestrati dalla Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni saranno donati dalle stesse fiamme gialle alla sezione della croce rossa di Villasanta, in provincia di Monza. 

I volontari della Cri, secondo quanto riporta “Il Giorno”, doneranno poi quegli stessi vestiti agli immigrati ospitati nei centri di accoglienza di Bresso, a nord di Milano, e di Agrate Brianza, in provincia di Monza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I vestiti, oltre duemila capi di abbigliamento, erano stati recuperati dalla Gdf durante una grossa operazione anti contraffazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

Torna su
MonzaToday è in caricamento