Viale Lombardia, i comitati contro rifiuti e prostitute

La nota post-natalizia con cui i comitati chiedono di intervenire sul degrado del sopra tunnel

Il rendering del sopra tunnel di viale Lombardia (2013)

I comitati dei quartieri di Monza Ovest "rilanciano" su viale Lombardia, subito dopo le feste natalizie. Tanti i punti ancora da chiarire secondo i comitati stessi, a partire dallo smantellamento del cantiere Anas di fronte al Tiro a Segno. Contestato anche il sistema semaforico: "Non ha le giuste regolazioni e questo determina spesso congestioni di veicoli anche al di fuori delle ore di punta", scrivono i comitati in una nota. E poi la pulizia del "sopra tunnel", "invaso" da rifiuti, cartacce e foglie d'alberi. "Nei quartieri - chiosano i comitati - siamo sull'orlo della protesta".

Un capitolo a parte quello della prostituzione: che, secondo i comitati, è in diminuzione su viale Lombardia come numero assoluto, ma in aumento come "zona": "Oggi le 'signorine' sono distribuite in un'area più ampia e attendono i loro clienti, in alcune sere, anche sulla rotonda di San Fruttuoso". Stando alla nota, "preoccupa i cittadini il progressivo aumento del fenomeno della prostituzione, incontrastato". D'altra parte si tratta di un 'fenomeno' la cui illegalità non sta certo nell'esercizio in sé, come insegna la legge. Ma semmai nel contrasto di eventuali sfruttamenti o favoreggiamenti.

Pur tuttavia, i comitati tornano a chiedere le telecamere, richiamando addirittura uno studio che individuerebbe "venti punti di installazione per un controllo". Venti telecamere per controllare un fenomeno non punibile in sé.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

Torna su
MonzaToday è in caricamento